ASCOLI PICENO- Dopo la sconfitta a Pisa ecco le dichiarazioni dei bianconeri.

Una gara equilibrata che ha preso la piega della sconfitta dopo il rigore assegnato sul finale di primo tempo ai toscani e realizzato da Torregrossa.

Nella ripresa un’Ascoli più reattivo grazie ai cambi effettuati da Bucchi, i giovani hanno ripagato la fiducia attaccando fino alla fine e mettendo sotto pressione la retroguardia neroazzurra, soprattutto Palazzion e Giovane hanno dimostrato di meritare più minuti in campo. Nel finale raddoppio del Pisa di testa con Canestrelli lasciato solo a colpire sul primo palo.

Domenica bianconeri di nuovo in campo al Del Duca contro il Genoa.

A seguito del duro scontro di gioco, verificatosi ieri fra Falasco ed Esteves nel corso della partita Pisa-Ascoli, il difensore bianconero è stato trasportato d’urgenza in ambulanza presso il Nosocomio di Pisa per accertamenti. Il calciatore ha riportato un trauma cranio facciale con infrazione ossea e ferita lacero contusa della piramide nasale. La TAC, a cui è stato sottoposto nella tarda serata di ieri, ha escluso problemi encefalici. Per questo in nottata, dopo che gli erano stati applicati sei punti di sutura, il difensore è stato dimesso e ha potuto raggiungere i compagni in hotel.

Questo il commento di Mister Bucchi al termine della partita:
Partita equilibrata fra due squadre forti, solo un episodio avrebbe potuto rompere l’equilibrio e così è stato, non sono convintissimo del rigore assegnato a fine primo tempo, ma lo accettiamo con serenità. Nel secondo tempo ci abbiamo provato con generosità, avremmo potuto riaprire la gara, ma non ci siamo riusciti. Il 2-0 è severo, non ho nulla da rimproverare ai ragazzi, hanno giocato un’ottima partita contro la squadra forse più in forma del campionato”.

Queste le dichiarazioni di Eric Botteghin:
Non credo fosse rigore, ho protestato molto perché l’avversario si è buttato a terra, troppo facile avere un rigore così, non ho capito perché l’arbitro non abbia voluto rivedere l’azione al VAR. Le assenze non devono essere un alibi perché chi ha giocato è stato all’altezza. La partita è stata decisa da due episodi, un rigore e un corner. È vero, nelle ultime gare la difesa ha incassato troppi gol, ma il bello del calcio è che c’è subito l’occasione per rifarsi e per trasformare la rabbia di oggi in voglia di vincere”.

Questo il commento di Filippo Palazzino:
“Ringrazio il Mister perché mi ha dato l’opportunità di tornare a giocare in prima squadra, ma siamo molto rammaricati per il risultato. Credo che abbiamo disputato un’ottima gara e in più di un’occasione abbiamo provato a mettere la palla dentro, ma senza riuscirci. Fortunatamente fra tre giorni si torna in campo e abbiamo subito l’occasione per rifarci”.


Copyright © 2023 Riviera Oggi, riproduzione riservata.