ASCOLI PICENO – Il 15 marzo presso Palazzo Panichi ad Ascoli, verranno presentati gli esiti della convenzione sottoscritta nel maggio dello scorso anno dalla Direzione Generale Musei Marche con la Scuola di Specializzazione in Beni Architettonici e del Paesaggio e il Dipartimento di Architettura dell’Università degli Studi di Napoli “Federico II”.

Il Museo Archeologico Statale di Ascoli Piceno espone a Palazzo Panichi un’importante e rappresentativa collezione archeologica del territorio marchigiano e costituisce un sito di riferimento della Direzione Regionale Musei delle Marche. Anche il palazzo, che lo ospita, è un monumento significativamente rappresentativo della città e non solo.

La convenzione, voluta dal Direttore Regionale Luigi Gallo, ha come responsabile scientifico la professoressa Renata Picone, Ordinario di Restauro architettonico e Direttore della Scuola di specializzazione dell’Università Federico II di Napoli, e vede coinvolti i professori Luigi Veronese e Mariarosaria Villani, i giovani ricercatori, archh. Lugi Cappelli, Sara Iaccarino, Ersilia Fiore, Agostino Capri e l’architetto Marco Facchini, responsabile del Monitoring Lab del Dipartimento di Architettura di Napoli.

La convenzione ha da un lato attivato le indagini volte ad approfondire la conoscenza di Palazzo Panichi, sia nella sua evoluzione storica che nella sua consistenza spaziale e materica, dall’altro, ha indagato le linee metodologiche per affrontarne il restauro e ripensarne – migliorandole – le modalità di valorizzazione e fruizione. Un lavoro complesso quindi che, tramite l’approfondita conoscenza del palazzo rinascimentale, fornisce gli strumenti per intervenire sul museo, rendendolo più accogliente e facilmente fruibile. Tale fase conoscitiva, ha condotto alla redazione di Linee guida e studi metodologici per il restauro, la conservazione e la fruizione ampliata del Palazzo Panichi. Saranno illustrati gli indirizzi metodologici per i nuovi allestimenti del primo e secondo piano, la valorizzazione degli spazi esistenti e le strategie volte all’apertura del palazzo alla comunità ascolana.

Introdurranno la giornata il Direttore Regionale Musei delle Marche, Luigi Gallo, il Direttore del Museo Archeologico Statale di Ascoli Piceno, Sofia Cingolani, il sindaco Marco Fioravanti mentre illustreranno gli esiti finali della convenzione il responsabile scientifico, Renata Picone, i docenti e i giovani studiosi coinvolti.


Copyright © 2024 Riviera Oggi, riproduzione riservata.