ASCOLI PICENO – Lunedì 5 giugno, con il consueto orario di inizio delle 17,00, presso il Centro Ricreativo e Culturale ADA-Bruno Di Odoardo di via Lazio 2, si conclude con il 7° e ultimo appuntamento l’iniziativa “Torri, Cavalieri e Sestieri”, ideata, per far conoscere meglio e di più la Quintana di Ascoli, come già fatto per altre specifiche tematiche della “ascolanità”, realizzate per esaltare appunto la cultura, la storia e le tradizioni della città.

Nell’arco dei sei precedenti appuntamenti, iniziati con l’introduzione delle origini storiche sin dal Medioevo dei giochi in onore di Sant’Emidio, della dott.ssa Laura Ciotti, si sono avvicendati tutti i primari referenti dei 6 sestieri quintanari che hanno messo in evidenza ciò che più li caratterizza nel corteo storico e soprattutto le iniziative extra quintane di aggregazione sociale che promuovono durante tutto l’anno. Nel penultimo e 6° appuntamento nel Centro di Pennile di Sotto, sono stati protagonisti Giulia Civita e Gigi Scattolini che hanno raccontato anche con l’ausilio di filmati e foto d’epoca le gesta di Luigi Civita, papà di Giulia, “storico” primo cavaliere di Porta Romana e noto soprattutto per avere vinto la Quintana straordinaria svoltasi in occasione delle Olimpiadi di Roma del 1960. Il 7° ed ultimo incontro di lunedì 5 sarà invece riservato, e non poteva essere altrimenti, a Massimo Massetti presidente del Consiglio degli Anziani della Quintana che con l’ausilio di Ilaria Isopi racconterà la storia della Quintana moderna, dalla sua rinascita del 1955 ai giorni nostri e le tante evoluzioni positive che in 69 anni l’hanno interessata. È dunque auspicabile, come già accaduto per tutti gli altri sei incontri, che anche a questo ultimo appuntamento conclusivo e di sintesi dell’intero progetto vi sia la più ampia partecipazione, così come del resto se lo augurano i referenti del Centro ADA-Di Odoardo Paola Luzi, Francesco Fabiani, Giorgio Fiori e Maurizio Cacciatori i quali ricordano altresì che la partecipazione è come sempre aperta a tutti, a titolo gratuito e che al termine è previsto un aperipizza di saluto per gli intervenuti.


Copyright © 2024 Riviera Oggi, riproduzione riservata.