ANCONA- Il 18 e 19 ottobre 20 startup marchigiane saranno a Milano tra i protagonisti di Smau 2023, l’evento di riferimento per il mondo delle imprese sui temi dell’innovazione.
L’obiettivo delle start up, a rappresentare una regione che ne conta 289 iscritte alla sezione speciale del Registro Imprese e concentrate soprattutto nei settori di manifattura e servizi alle imprese, sarà quello di presentarsi e creare nuove connessioni con grandi aziende, professionisti e operatori internazionali provenienti da oltre 20 Paesi in un programma di appuntamenti, momenti di networking e Startup Safari, i tour guidati che si susseguiranno nell’arco delle due giornate tra le oltre 150 startup presenti.
La sfida più avvincente di un Ente camerale è essere al fianco delle nuove imprese innovative: supportare la nascita delle imprese e in particolare di quelle che mettono a punto soluzioni nuove per esigenze nuove significa, crediamo, dare un contributo al futuro delle comunità. SMAU questo contributo lo fornisce da tempo, organizzando le edizioni nazionali e internazionali della fiera dell’innovazione, e ci fa molto piacere osservare come la manifestazione si sia evoluta assecondando i cambiamenti di economia e società. Oggi l’appuntamento milanese è davvero più che mai il luogo della connessione, della relazione
e della conoscenza. Una vetrina per le nostre aziende, ma anche il posto dove essere presenti per diventare parte di una rete sovranazionale, con ricadute dirette e benefiche nei territori di provenienza. Le Marche esprimono un potenziale di innovazione importante che nel contesto SMAU, col supporto di Camera e Regione, può trovare lo stimolo giusto per crescere” afferma Gino Sabatini, Presidente Camera di Commercio delle Marche e Vice Presidente Unioncamere.
Ecco le startup marchigiane che parteciperanno a SMAU grazie a Camera di Commercio delle Marche e Regione Marche:
3IVM – Recanati, Ancharia di  Ancona, Astreo di Ascoli Piceno, Biosolving di Ancona, Cliwell di Macerata, Be My Hero di Macerata,Cyber Evolution -diAscoli Piceno, Deep Reality di Pesaro, E-MOD di Ascoli Piceno, Eso Recycling di Macerata, FIL AIR di Pesaro, ID Factory di Fermo, Next – Ancona, Redorange – Ascoli Piceno, Syeew di Ancona, To-Be di Ascoli Piceno, Travel Verse di Macerata, Ts Digital Consult di  Ascoli Piceno, Viraschutz Europe Srl di Pesaro Urbino, YouAddict di  Ancona.
Tra le startup presenti a Smau, sono marchigiane anche Janux, spin-off dell’Università  Politecnica delle Marche, che si occupa di aerodinamica, fluidodinamica e scambio termico, e Meet My Company, startup di Ancona che ha creato una piattaforma ideata per facilitare la gestione del lavoro dei dipendenti di un’azienda: dalla gestione del calendario condiviso alle video call fino alla chat interna e altro ancora. L’innovazione arriva anche dalle aziende consolidate e la due giorni di incontri sarà anche l’occasione per conoscere i casi di successo del territorio marchigiano candidati al Premio Innovazione Smau.

Copyright © 2024 Riviera Oggi, riproduzione riservata.