Si sfidano al “Del Duca” Ascoli e Brescia  27esima giornata del campionato di Serie B.

Arbitra Massimi di Termoli, al Var Gariglio di Pinerolo.

 

 

ASCOLI (3-4-1-2): Viviano; Bellusci, Botteghin, Mantovani; Falzerano (33’ st Zedadka), Valzania (33’ st Giovane), Di Tacchio, Celia (41’ st Bayeye); Caligara (1’ st D’Uffizi); Mendes, Rodriguez (33’ st Duris). A disp.: Bolletta, Vasquez, Streng, Quaranta, Vaisanen, Milanese, Maiga Silvestri. All. Bocchini

 

BRESCIA (4-3-2-1): Avella; Dickmann, Adorni, Papetti, Fares (13’ st Jallow); Bisoli, Van de Looi (1’ st Bjarnason), Bertagnoli; Galazzi (23’ st Huard), Bianchi (41’ st Olzer); Moncini (23’ st Borrelli). A disp.: Cortese, Mangraviti, Cartano, Besaggio, Ferro. All. Maran

 

ARBITRO: Massimi di Termoli

 

RETI: 37’ pt rig. Mendes (A), 44’ pt Dickmann (B)

NOTE: Ammoniti Van De Looi (B), Bellusci (A). Spettatori 6.020 (3.324 abbonati) per un incasso di 47.365,40 € (rateo abbonamenti 26.268,40 €). Rec. 2’ pt, 4’ st.

 

Questo il commento post gara di Riccardo Bocchini, vice di Mister Castori, oggi squalificato:

“In occasione del gol avversario bisognava fare fallo, l’unico rimedio era quello, è semplice; c’è stato un tiro importante da 25 metri, è stato un jolly tirato fuori dal cilindro, un gol che pesa nell’economia della partita. Nell’ultimo episodio della gara per me c’era rigore netto, ci sono state trattenute e sgambetti, ma né l’arbitro né il VAR lo hanno dato e quindi parlare di questo non porta a nulla, ma c’è grande rammarico.

La squadra ha fatto una prestazione importante, siamo mancati nella tempistica della rifinitura, nel senso che abbiamo tardato un po’. Nella ripresa abbiamo messo tutto quello che avevamo in corpo, abbiamo dimostrato di avere condizione fisica e nervosa.

C’è rammarico per aver ottenuto un solo punto, ma questo deve scatenarci un sano nervoso per la prossima partita”.

Questo il commento di Marcello Falzerano al termine di Ascoli-Brescia:

Questo il commento post gara di Riccardo Bocchini, vice di Mister Castori, oggi squalificato:

 

“In occasione del gol avversario bisognava fare fallo, l’unico rimedio era quello, è semplice; c’è stato un tiro importante da 25 metri, è stato un jolly tirato fuori dal cilindro, un gol che pesa nell’economia della partita. Nell’ultimo episodio della gara per me c’era rigore netto, ci sono state trattenute e sgambetti, ma né l’arbitro né il VAR lo hanno dato e quindi parlare di questo non porta a nulla, ma c’è grande rammarico.

 

La squadra ha fatto una prestazione importante, siamo mancati nella tempistica della rifinitura, nel senso che abbiamo tardato un po’. Nella ripresa abbiamo messo tutto quello che avevamo in corpo, abbiamo dimostrato di avere condizione fisica e nervosa.

 

C’è rammarico per aver ottenuto un solo punto, ma questo deve scatenarci un sano nervoso per la prossima partita”.

Le parole di Marcello Falzerano “Corriamo tanto, è vero, ci manca solo di portare a casa qualche punto in più, siamo consapevoli della situazione. In occasione del gol del pari del Brescia era chiaro che dovevamo fare fallo, giocando a uomo si rischia a volte di perderlo, ma è stata l’unica situazione da rivedere. Se domenica con la Reggiana porteremo a casa tre punti, allora quello di oggi acquisisce grande valore. Credo al 100% nella salvezza e nel percorso che stiamo facendo. I tifosi ci aiutano, siamo grati di questo, diamo tutto per noi e per loro C’è tanto rammarico stasera, ci abbiamo provato fino all’ultimo, i rimpianti sono pochi perché abbiamo dato tutto. Eravamo padroni del campo, ma ci è mancata l’ultima scelta, un problema su cui stiamo lavorando. Il rigore non concesso a fine gara secondo me era evidente”.


Copyright © 2024 Riviera Oggi, riproduzione riservata.