Nonostante la vittoria il Picchio retrocesso direttamente in C dopo nove anni

Parma e Como promossi, Venezia ai playoff. L’Ascoli retrocede in C insieme a FeralpiSalò  e Lecco.

Una stagione disastrosa

A commentare in sala stampa la retrocessione dell’Ascoli è stato il Presidente Neri:

 

“Innanzitutto non ho visto solidarietà nei confronti del proprietario dell’Ascoli, duramente attaccato con una macabra sceneggiata stanotte, con un manichino impiccato e uno striscione. Mi aspettavo da tutti voi solidarietà. Queste sono cose di vita e ora possiamo parlare di sport. La vittoria stasera non è stata sufficiente, rivolgo le scuse come società, unica responsabile di questa situazione, ai tifosi veri, la stragrande maggioranza di questa Regione. L’Ascoli ha 125 anni di storia, non sono stati sempre tranquilli, 16 di A, 27 di B ed altri di C. Passata la delusione, la Società, la squadra, il Club devono subito rialzarsi e combattere, restando uniti. Abbiamo tutte le carte in regola per riportare l’Ascoli ai livelli appropriati

ASCOLI (3-4-3) Vasquez,Bellusci, Botteghin, Mantovani; Falzerano (19’ st Adjapong), Valzania (19’ st D’Uffizi), Masini, Zedadka (32’ st Celia); Caligara (32’ st Giovane), Nestorovski (19’ st Di Tacchio), Rodriguez. A disp. Viviano, Streng, Quaranta, Vaisanen, Tarantino, Milanese, Duris. All.: Carrera

 

PISA (4-2-3-1): Nicolas; Barbieri, Canestrelli, De Vitis (28’ st Veloso), Beruatto; Marin, Valoti (28’ st Mlakar); D’Alessandro (41’ st Sala), Arena, Moreo (19’ st Bonfanti); Torregrossa (28’ st Tramoni). A disp.: Loria, Campani, Trdan, Toure, Sala, Masucci, Piccinini. All.: Aquilani

 

ARBITRO: Rapuano di Rimini

RETI: 11’ pt Botteghin (A), 7’ st D’Alessandro (P), 22’ st Rodriguez (A).

NOTE: ammoniti Marin (P), Caligara (A). Spettatori 9.408 (3.324 abbonati) per un incasso di 99.285,40 € (rateo abbonamenti 26.268,40 €). Rec. 2’ pt, 3’ st.


Copyright © 2024 Riviera Oggi, riproduzione riservata.