Foto e video di Leonardo delle Noci 

ASCOLI PICENO – Il Leader della Lega nella città delle Cento Torri.

Il 15 maggio Matteo Salvini è arrivato ad Ascoli per presentare il suo libro “Controvento, l’Italia che va avanti” al Ventidio Basso.

Nella mattinata del 16 maggio, invece, si è recato a Palazzo dei Capitani per la presentazione della lista comunale Lega alle Comunali di Ascoli che si terranno l’8 e il 9 giugno. Una presenza, quella del leader del “Carroccio”, in base anche alle Europee che si terranno negli stessi giorni.

Prima di entrare nella Sala Savi, Matteo Salvini ha dialogato con la stampa: “Se l’aria che tira è quella delle 800 persone presenti al Ventidio Basso per la presentazione del mio libro, per la Lega ci sono tutte le premesse per una buona sorpresa dalle Europee. Abbiamo un’idea chiara di come cambiare l’Europa. Le parole chiavi sono lavoro, pace e sicurezza. Lavoro vuol dire che la Lega si impegna a fermare le follie dell’Unione Europea che mettono a rischio le case degli italiani. Per quanto riguarda la sicurezza, l’Europa deve difendere i confini italiani, fermare gli sbarchi clandestini invece di parlare di guerra e voler ipotizzare a mandare soldati italiani a morire in Ucraina”.

Salvini ha parlato anche delle Amministrative ascolane: “Sono contento di vedere Ascoli ben amministrata dal centrodestra, dell’apporto della Lega. Puntiamo ad Ascoli a diventare il primo partito. La Lega ha fatto bene e ha lavorato per includere, abbiamo accolto molte persone. Ci spiace che tutti non hanno incluso alla stessa maniera però l’importante è far crescere la città di Ascoli”.

Pensiero anche sul ponte nello stretto di Messina: “Noi andiamo avanti, il progetto porterà lavoro, ricchezza e sostenibilità ambientale. Chi dice di no erano gli stessi del Mose a Venezia, che non volevano l’alta velocità, insomma i soliti professionisti del no. Il progetto è stato approvato da un Comitato Tecnico/Scientifico e non politico composto dai migliori docenti universitari e specialisti in ingegneria. Molti miei colleghi parlamentari che parlano a sproposito dovrebbero studiare di più”.

A14 e la terza corsia: “Ci stiamo lavorando, dossier sia ferroviario sia autostradale complesso. Territorio stupendo ma va ingegneristicamente accompagnato perché, ahimè, fragile. La terza corsia e l’ammodernamento ferroviario sono obiettivi che vogliamo portare a termine entro il mandato”.

Ultima battuta sull’Ecobonus mentre si stava avviando verso la Sala Savi: “Non è di mia competenza, è come chiedermi dell’Inter nonostante io sia milanista”.


Copyright © 2024 Riviera Oggi, riproduzione riservata.