ASCOLI PICENO – Questa mattina, 27 maggio, il Commissario Straordinario al sisma 2016 Guido Castelli ha
incontrato il Soprintendente archeologia, belle arti e paesaggio per le province di Ascoli Piceno, Fermo e
Macerata, Giovanni Issini, che guida di una delle articolazioni territoriali più importanti del Ministero della
Cultura per quanto attiene lo svolgimento della ricostruzione post-sisma 2016.

Il Commissario Castelli ha dichiarato: “L’architetto Issini e la sua struttura svolgono un ruolo di estrema
importanza e delicatezza dal momento che, quella delle Marche Sud, è la Sovrintendenza più impegnata
rispetto alla necessità di esprimere pareri sulla ricostruzione È stata anche l’occasione per incontrare il
personale, che grazie ad una costante interlocuzione con il Ministero della Cultura sta progressivamente
aumentando al fine di velocizzare le pratiche di autorizzazione. Lo scorso 4 maggio, infatti, con il Ministro
della Cultura Gennaro Sangiuliano ho siglato un accordo di collaborazione finalizzato al rafforzamento del
personale delle Sovrintendenze nell’area del cratere 2016 teso proprio ad accelerare la ricostruzione del
patrimonio storico, artistico e architettonico che ha subito danni a causa del sisma. Inoltre, la collaborazione con il Soprintendente Issini aveva portato già lo scorso anno alla firma di una convenzione con l’Usr
Marche, attraverso la quale è stata istituita una task force di archeologi, architetti e storici dell’arte. Il
lavoro prosegue in un clima di costante collaborazione nella consapevolezza che la ricostruzione è doverosa
non solo da punto di vista materiale, ma anche perché questo patrimonio rappresenta un elemento essenziale della cultura e della tradizione dei nostri territori che, una volta recuperato, può anche contribuire a
renderli più attrattivi sotto il profilo turistico”.


Copyright © 2024 Riviera Oggi, riproduzione riservata.