SPINETOLI – Per un Borgo del Piceno è tempo di bilanci e prospettive.

Parliamo di Spinetoli.

A breve ripartiranno i lavori per l’ampliamento della Scuola Pertini, che sarà realizzato completamente in legno: è arrivato sul cantiere il primo approvvigionamento.

“Finalmente ripartirà il cantiere – commenta il Sindaco Alessandro Luciani – ed entro la fine del 2024, riapriremo la scuola. Ricordo che i lavori si erano fermati a causa della crescita del costo dei materiali che ci ha costretto a rivedere i progetti per rientrare dei costi. Fortunatamente, con un finanziamento di 3 milioni di euro, avevamo previsto metrature in eccesso e, nonostante il ridimensionamento, il nuovo plesso potrà ospitare tutte le sezioni, un’aula magna e avere in dote gli spazi necessari di una scuola moderna, e soprattutto la segreteria interna”.

Il sindaco Luciani fece fare una verifica sismica in tutti gli edifici, dopo il terremoto e per questo motivo fu chiusa la scuola “Giovanni XXIII” di Spinetoli il cui edificio sarà ricostruito e destinato ad attività socio-sanitarie e culturali. Da quella stessa verifica venne fuori che la palestra dell’istituto avrebbe avuto bisogno di un adeguamento sismico. E proprio in questi giorni è arrivato il progetto esecutivo.

“Siamo riusciti a intercettare il finanziamento di 630 mila euro dall’Ufficio per la ricostruzione – conclude Luciani – Nel frattempo è arrivato il preliminare del progetto riguardante Piazza Kennedy, una delle tre opere per noi fondamentale. Il costo sarà di circa 1 milione di euro di fondi propri che sono il risultato di una pianificazione finanziaria triennale lungimirante. Nel prossimo futuro, sarà comunque possibile agganciare dei finanziamenti, magari con il Pnrr”.


Copyright © 2024 Riviera Oggi, riproduzione riservata.