ASCOLI PICENO – Se ne va un altro popolare personaggio storico di Ascoli, uno dei più c0nosciuti, dei più “incontrati” e anche, perchè no, dei più amati. Giovani e meno giovani, chi non voleva bene a Pino? Buono d’animo, sempre gentile. La musica era la sua passione. Amava cantare più di ogni altra cosa. Piazza del Popolo era il suo palcoscenico, ma anche le vie d’intorno, i diversi bar cittadini e le feste di quartiere che frequentava.

La sua voce modulata sulle note di qualche canzone arrivava da lontano ad annunciare il suo imminente arrivo. “C’è Pino”, qualcuno diceva, e da li a poco spuntava fuori da qualche angolo del centro storico, e si esibiva. Per i gruppi di ragazzi che lo acclamavano, per signori e signore, per i turisti che sorpresi e divertiti ascoltavano e apprezzavano.

“O sole mio” il suo cavallo di battaglia.  La musica gli è rimasta sempre dentro. Pino metteva un pò di buon umore a tutti. E la cosa non è da poco. Non sarà facile per gli ascolani abituarsi all’idea di non vederlo più, tanto costante era la sua presenza per le strade cittadine.

Si è spento stanotte all’ospedale Mazzoni di Ascoli dove era ricoverato da oltre un mese.

Ai familiari, ed in particolar modo all’amato figlio Gabriele, le più sentite condoglianze dalla redazione.

(Letto 924 volte, 1 oggi)
Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 924 volte, 1 oggi)