ASCOLI PICENO – Dal 10 settembre 2012 hanno avuto inizio le operazioni sul campo per la realizzazione del 9° censimento generale dell’industria, dei servizi e delle istituzioni non profit (Cisnp). Il censimento riguarderà dunque un campione di imprese e tutte le istituzioni non profit della provincia di Ascoli Piceno.

Come per altre rilevazioni presenti nel programma statistico Nazionale, per le imprese e istituzioni non profit inserite nella lista censuaria della Provincia di Ascoli Piceno, esiste l’obbligo di risposta (la data di riferimento è il 31 dicembre 2011 per entrambi i censimenti).

La Camera di Commercio di Ascoli Piceno ha costituito presso il proprio Centro Studi l’Ufficio Provinciale di Censimento (Upc) che, in accordo con il piano generale dell’Istat, avrà il compito di coordinare le attività di raccolta dei dati nel territorio di competenza, anche attraverso la creazione di un apposito sportello Cisnp per la restituzione spontanea dei questionari compilati.

Ma come avviene la scelta di coloro che andranno a censire, ovvero dei rilevatori Istat?

A risponderci il responsabile dell’ufficio provinciale di censimento, Cristiana Costantini: “Il Piano Generale di Censimento, adottato con delibera del presidente dell’Istat (Deliberazione n. 15/Pres del 22 febbraio 2012) e della cui adozione è stata data comunicazione nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana numero 50 del 29 febbraio 2012, consente alle Camere di Commercio di procedere per il reclutamento dei rilevatori nel modo seguente: prioritariamente, utilizzando il personale dipendente della Camera di Commercio, se disponibile e in numero sufficiente a svolgere i compiti previsti dal citato (piano generale censimento). Secondariamente è possibile utilizzare elenchi preesistenti ed efficaci, formati tramite procedure selettive della stessa Amministrazione o i rilevatori già operativi per il 15° Censimento generale della popolazione stipulando all’uopo una convenzione con il Comune capoluogo di provincia o procedure selettive per il reclutamento di personale esterno”.

La Costantini conclude: “Quest’amministrazione, sentito il personale dipendente, in accordo con le altre consorelle del sistema camerale regionale e in considerazione della ristretta tempistica impartita dal citato Piano Generale di Censimento, ha sottoscritto la convenzione con il Comune capoluogo”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 577 volte, 1 oggi)