ANCONA – Dopo la cerimonia a Fiastra, il 5 agosto è stata inaugurata l’area commerciale temporanea di Valfornace, comune maceratese nato nel 2017 dalla fusione di Pievebovigliana e Fiordimonte. Presso l’area sportiva di Pievebovigliana, la Regione ha attrezzato una superficie che ospita 21 attività del paese che hanno riaperto negozi e studi professionali dopo il sisma.

Un investimento, tra strutture e opere di urbanizzazione, che ha richiesto 405 mila euro, ai quali vanno sommati altri 52 mila euro per l’area commerciale di Fiordimonte che raccoglie un alimentare e il Consorzio apistico.

“Tornano i servizi, i luoghi di incontro che fanno comunità e che tengono unità la comunità – ha evidenziato il presidente della Regione, Luca Ceriscioli – La realizzazione odierna è frutto della collaborazione tra istituzioni. Quando si collabora, i risultati sono evidenti e si conseguono. Un passo dopo l’altro stiamo restituendo speranza ai territori devastati dal terremoto”.

Riferendosi poi a ‘Risorgimarche’, il festival per la rinascita delle comunità colpite dal sisma, Ceriscioli ha evidenziato come la manifestazione abbia “fatto conoscere a un pezzo del Paese le eccellenze e le bellezze del nostro territorio”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 116 volte, 1 oggi)