ASCOLI PICENO – Il 14 ottobre l’Ascoli Picchio affronterà il Venezia guidato da mister Filippo Inzaghi.

L’allenatore, ex giocatore di Piacenza, Parma, Atalanta, Juventus e Milan, tornerà nel Piceno dopo essere stato il 26 febbraio a San Benedetto del Tronto nella sfida contro la Sambenedettese valevole per la Lega Pro. I lagunari sbancarono il “Riviera delle Palme” vincendo 3 a 1 e aggiunsero un tassello importante per la promozione in serie B ottenuta qualche mese dopo.

Per Filippo Inzaghi fu un dolce ritorno nel campo dove nacque la “maledizione Kahn”: infatti, nell’amichevole tra Juventus e Bayern Monaco disputata in Riviera nell’estate 1997, Superpippo trafisse il portiere tedesco per la prima volta come lui stesso ricordò in conferenza stampa. Negli anni successivi Inzaghi segnò altre volte, con la maglia del Milan all’estremo difensore teutonico. Tanto che, al ritiro dal calcio giocato, Kahn ammise che l’allenatore del Venezia era stato il suo incubo in carriera.

Filippo Inzaghi sabato pomeriggio tornerà al “Del Duca”: campo che da giocatore ha calcato due volte.

La prima volta fu il 19 settembre 1993: Inzaghi vestiva la casacca del Verona e in quell’occasione fu sconfitto 3 a 1 dai bianconeri (Giampiero Maini, in grande spolvero con una doppietta, e Carlo Cavaliere ribaltarono il vantaggio scaligero di Claudio Lunini).

La seconda volta fu il 23 ottobre 1994: stavolta Superpippo venne al Del Duca con la maglia del Piacenza, allenato dalla bandiera della Samb Gigi Cagni, e si prese una bella rivincita rispetto all’anno prima. I biancorossi vinsero 2 a 0 e Inzaghi segnò il primo gol sfuggendo in velocità al difensore bianconero che lo marcava e infilando un pallonetto sporco che beffò Bizzarri. Qualche minuto dopo De Vitis chiuse i conti segnando il 2 a 0. A fine campionato il Piacenza andò in serie A mentre l’Ascoli poneva fine all’epoca gloriosa di Costantino Rozzi (morto due mesi dopo quella sfida) con la retrocessione in serie C1. Fu anche l’ultima stagione di Oliver Bierhoff fra i bianconeri, il tedesco infatti approdò in serie A all’Udinese.

Filippo Inzaghi, dopo quell’annata a Piacenza condita da 14 reti, andò al Parma in serie A e rimase sempre nella massima categoria con altre maglie.

Ci furono altre due occasioni per l’allenatore del Venezia di calcare il campo di Ascoli ma non avvenne. Erano gli anni della serie A, 2005-06 e 2006-07, ma il calciatore piacentino non giocò nelle sfide casalinghe dei bianconeri contro il Milan.

Era in campo, invece, il 18 gennaio 2006 a Milano a “San Siro” quando affondò l’Ascoli Picchio con un bellissimo gol: lancio di Dida e grande corsa verso la porta di Coppola, beffato dal numero 9 del Milan con un secco tiro.

C’è comunque attesa, ad Ascoli, per vedere all’opera il Venezia allenato dall’ex calciatore. In questo primo scorcio di campionato sta dimostrando buone doti come nell’ultima vittoria casalinga contro il Carpi.

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 505 volte, 1 oggi)