TRENTO – Scoperta dalla Polizia Postale di Bolzano una rete di pedofili su una piattaforma di voip criptato. Operazione rinominata “Black Shadow”.

La Polizia di Stato di Trento ha arrestato dieci persone, eseguito 47 perquisizioni e sequestrato ingente materiale informatico prodotto mediante lo sfruttamento sessuale di minori. Coinvolto anche un magistrato dalla Corte d’appello di Reggio Calabria.

Le indagini hanno preso il via dall’arresto di un 38enne altoatesino, trovato in possesso di ingente materiale digitale (foto/video) contenente esibizioni pornografiche di minorenni.

L’uomo é risultato essere il fulcro di una rete di 48 persone che producevano o condividevano il materiale illecito in Trentino Alto Adige, Lombardia, Piemonte, Veneto, Emilia Romagna, Toscana, Marche, Lazio, Abruzzo, Puglia, Campania, Sicilia e Sardegna.

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 225 volte, 1 oggi)