ASCOLI PICENO – “Una situazione preoccupante, che necessità di interventi immediati per ripristinare condizioni di normale vivibilità per i detenuti”.

Queste le parole, riportate dall’Ansa, del Garante regionale dei diritti Andrea Nobili al termine di un sopralluogo nella casa circondariale di Marino del Tronto, la struttura di massima sicurezza dove attualmente sono reclusi 80 detenuti, più quelli della sezione 41 bis.

“Il carcere – dice il Garante – è troppo affollato e le camere di pernottamento ( nuova definizione delle celle) in alcuni casi arrivano ad ospitare nove detenuti in tre file di brande a castello. A ciò si aggiungono arredi inadeguati, il razionamento dell’acqua calda e l’imposizione di tenere chiuse le camere, che va ad ostacolare la socializzazione e una reale vivibilità nell’istituto penitenziario”.

Il Garante invierà un’informativa al Dipartimento dell’amministrazione penitenziaria, riservandosi di intervenire anche presso il ministero di Giustizia.

(Letto 164 volte, 1 oggi)
Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 164 volte, 1 oggi)