GROTTAZZOLINA – Nella prima giornata di ritorno della Pool A arriva un altro punto per la M&G Videx Grottazzolina, che esce sconfitta al tie-break nello scontro con la Caloni Agnelli Bergamo, seconda forza del girone. Buona nel complesso la prestazione dei grottesi, ancora una volta privi dell’australiano Richards, ma comunque capaci di strappare un punto ad una delle formazioni più quotate per la promozione.

Coach Ortenzi si affida a Cecato in cabina di regia opposto a Morelli, gli schiacciatori sono Vecchi e de Fabritiis, i centrali Salgado e capitan Fiori, i liberi Jacopo Brandi e Calistri. Risponde coach Graziosi con la diagonale palleggiatore-opposto composta da Jovanovic e Hoogendoorn, in banda Pierotti e Carminati (out Dolfo), centrali Valsecchi e Cargioli, libero Innocenti.

Parte subito forte la formazione ospite, capovolgendo il 3-1 iniziale e volando sul 3-6 senza grandi difficoltà. Morelli spezza il break dei bergamaschi in diagonale, ma Hoogendoorn e compagni gestiscono il cambiopalla e lavorano bene in difesa e a muro, allungando così 4-10. La Videx fatica ad entrare in partita e Bergamo conquista il massimo vantaggio sul 5-14. Gli ace di Cecato e de Fabritiis consentono ai grottesi di accorciare le distanze fino al -6 (14-20), ma Bergamo conquista il set point sul 16-24, regalandosi ben 8 possibilità di chiudere il parziale: la Videx reagisce e ne annulla ben 4, prima che la Caloni chiuda il set con il punteggio di 20-25.

Buona la partenza della Videx nel set successivo, con i grottesi che aggrediscono fin da subito l’avversario al servizio e si portano a condurre 5-3. L’allungo è firmato da Riccardo Vecchi, che trova il punto dell’11-6 e costringe Graziosi a spendere il suo primo time-out. Al rientro in campo, Bergamo risponde con un controbreak di 0-4 che riporta i lombardi a contatto (11-10, due muri consecutivi di Jovanovic). La parità arriva subito a quota 11 con l’attacco out di Morelli da posto 2, ma l’opposto si fa subito perdonare siglando i due punti successivi, che ristabiliscono il distacco (13-11). Vecchi si rende ancora protagonista, stavolta a muro (15-12, 16-12), poi è la volta di Cecato, che corona un ottimo turno al servizio con l’ace del +6 (18-12). Il muro di capitan Fiori blocca l’ultimo tentativo di recupero di Bergamo (21-17), spianando la strada al 25-20 finale dei grottesi.

Equilibrio in apertura di terzo set, con le due squadre che procedono a braccetto fino allo strappo di Bergamo sul 5-8 (ace di Jovanovic, che trova l’incrocio delle righe). De Fabritiis scardina il muro ospite e accorcia subito sul 7-8, mentre la parità arriva a quota 9, complice un fallo di posizione della formazione bergamasca. Cecato e Morelli confezionano il break che spinge la Videx sul 14-11 (il primo al servizio, il secondo in attacco) e Salgado dal centro firma il 18-14, ma quando Morelli mette a segno un fortuito mani-out colpendo la testa di Hoogendoorn appare evidente come ai padroni di casa in questo frangente riesca proprio tutto. Morelli prosegue il suo show regalando ai suoi il set point da posto 4 (24-20), Bergamo ne annulla tre ma alla fine il servizio in rete di Carminati fa festeggiare i grottesi: 25-23.

La Videx perde lucidità nell’avvio del quarto parziale e Bergamo si porta a condurre 1-6, allungando 2-11 grazie all’ace di Jovanovic. Ortenzi getta nella mischia il giovane centrale Romagnoli al posto di Fiori e il ragazzo lo ripaga subito con un muro vincente (5-15), alla girandola di cambi si aggiungono Richards per de Fabritiis e la diagonale Pison-Minnoni per il duo Morelli-Cecato. Poco da dire sullo sviluppo del set, se non del buon turno al servizio di Vecchi che evita per quanto possibile la brutta figura ai suoi, rimediando fino al 14-23. Bergamo va a chiudere 16-25, ma è da segnalare l’ottimo impatto sul match di Romagnoli, 19 anni, sicuramente da tenere d’occhio per il futuro.

Si riparte nel quinto set con la Videx che va subito sul 3-0, e Bergamo pronta ad impattare a quota 4. La tensione in campo sfocia in un cartellino rosso comminato a Morelli sul 6-7, la Videx va in confusione e Bergamo può allungare con l’ace di Valsecchi, che vale l’8-11. Vecchi a muro accorcia le distanze (10-11) e la Videx può agguantare la parità grazie all’errore in attacco degli ospiti. L’ace di Jovanovic (11-14) vale però il match point per gli ospiti, subito capitalizzato con un muro a tre su Morelli.

La Videx lotta e muove ancora la classifica, recuperando nei confronti di Spoleto il punto perso nello scontro diretto della scorsa settimana. Si tornerà a lavorare martedì in palestra, per fare tesoro di quanto di buono visto anche in questa gara e preparare quindi al meglio la trasferta di domenica prossima, quando i grottesi saranno di scena a Viterbo contro Tuscania.

Il tabellino

M&G VIDEX GROTTAZZOLINA – CALONI AGNELLI BERGAMO: 2-3

M&G VIDEX GROTTAZZOLINA: Vecchi 19, Fiori 6, Morelli 25, De Fabritiis 11, Salgado 7, Cecato 4, Brandi J. (L1), Calistri (L2) 42%, Richards 1, Minnoni 1, Romagnoli 3, Pison. N.e.: Brandi N., Gaspari. All1: Ortenzi – All2: Cruciani

CALONI AGNELLI BERGAMO: Pierotti 13, Valsecchi 10, Jovanovic 7, Carminati 7, Cargioli 19, Hoogendoorn 21, Innocenti (L) 38%, Longo, Franzoni, Albergati 3. N.e.: Dolfo, Cioffi. All1: Graziosi – All2: Carmelino

Arbitri: Verrascina – Di Blasi

Parziali: 20-25 (24′), 25-20 (28′), 25-23 (30′), 16-25 (26′), 11-15 (17′)

Note: Videx bs 12, ace 9, muri 10, ricezione 36% (prf 17%), attacco 44%, errori 28. Bergamo bs 13, ace 9, muri 17, ricezione 35% (prf 20%), attacco 51%, errori 22.

Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 75 volte, 1 oggi)