SPINETOLI – Si è tenuto il 19 marzo il Consiglio comunale di Spinetoli per il Bilancio di previsione per il triennio 2018-2020. L’argomento trattato in tutte le sue sfaccettature è stato la sicurezza. La sicurezza delle scuole; la sicurezza per i cittadini; la sicurezza di un Comune che cerca di rispondere alle esigenze dei cittadini.

L’Amministrazione Luciani ha posto le basi, nei prossimi mesi, per la fase conclusiva della progetto “Scuole sicure” che è partito ad agosto quando, arrivati i dati sulla vulnerabilità, sono state chiuse tutte le scuole, tranne la Pertini.

Grazie allo sforzo degli uffici comunali e della vicinanza al Comune di Spinetoli della Regione e dello Stato centrale, con i fondi Miur e Mise, si è raggiunto l’obiettivo del finanziamento totale delle opere pubbliche che si andranno a realizzare per l’anno 2018 e parte del 2019.

Saranno investiti  5 milioni di euro sulle scuole di via Marconi a Spinetoli e per l’edificio scolastico di Pagliare: il primo beneficerà di un adeguamento sismico; il secondo verrà interamente demolito e ricostruito. Si procederà, poi, alla realizzare della scuola dell’infanzia capoluogo, con un importo di 1 milione di euro, e della palestra della scuola media per una somma di 500 mila euro.

L’Amministrazione ha ribadito la sua volontà di credere a una nuova progettazione culturale della città e per questo ha impegnato 750 mila euro per i lavori del Museo Contadino all’interno delle mura castellane e sempre per valorizzare il centro storico, saranno terminati i lavori della Torre Civica e si provvederà alla manutenzione alla rete fognaria.

Dopo il successo del convegno “Dall’orrore della shoah alla solidarietà dei popoli” si sono creati degli ottimi rapporti con la rappresentanza israeliana con la quale si stanno ponendo le basi per future attività culturali di significativo spessore e d’interesse strategico internazionale.

Per quanto riguarda i Servizi sociali, sarà mantenuta l’intera cifra di spesa, dell’anno scorso, che si aggira intorno ai 250 mila euro e che permetterà la continuazione di alcuni servizi. Tra i quali: il sostegno linguistico, il nido, il contributo alle famiglie bisognose, borse lavoro, ludoteche, colonie, e il centro diurno. Partirà a breve il progetto di video sorveglianza insieme all’Unione dei Comuni e si pensa a una sede unica della Polizia municipale per tutti i comuni della Vallata del Tronto, per ottimizzare il monitoraggio del territorio.

“Con questo Bilancio di previsione – commenta il Sindaco Alessandro Luciani – cerchiamo di rispondere alle esigenze del territorio. Sono molto soddisfatto per il risultato ottenuto, ma mi rimane un cruccio. Si è verificato, a mio avviso, un fatto molto grave: la totale assenza, e da mesi, della Lista Pagnoni sia nelle commissioni sia nel Consiglio comunale, in cui si è trattato questo importante Bilancio di previsione. Forse non ha ritenuto importante l’argomento? Forse la lista non è interessata alla politica seria di responsibilità e di risposta ai cittadini? Mi pare, però, che quando si trattava di fare demagogia sui giornali, la Lista Pagnoni non abbia mancato mai un appuntamento. Vorrei invece sottolineare che per questo Bilancio abbiamo chiesto la partecipazione delle minoranze e l’abbiamo ottenuta dal Movimento 5 Stelle”.

Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 407 volte, 1 oggi)