ASCOLI PICENO – Dopo il sisma che ha colpito il Centro Italia, le dimostrazioni di solidarietà e le iniziative per aiutare la rinascita delle regioni maggiormente distrutte sono state numerose.

Singoli cittadini, associazioni di categoria, comunità di altre regioni cercano quotidianamente di contribuire alla ripartenza dei paesi distrutti dal terremoto.

Tra questi, nasce il progetto di valorizzare e promuovere le tipicità enogastronomiche e le bellezze naturalistiche e architettoniche dei territori colpiti dal sisma, che sta prendendo forma.

Il presidente dell’Associazione Alfa Fenice, Sandro Sassoli, e il segretario generale Angelo Corona invitano politici, operatori e cittadini al convegno workshop “La Forza di Rinascere”, all’Aula Magna dell’Università di Roma La Sapienza, nel giorno di mercoledì 11 aprile alle ore 10.

L’appuntamento vuole rappresentare l’occasione per battezzare il Laboratorio della Rinascita, che intende portare slancio e ripresa economica in tutte quelle aree distrutte dal sisma, oltre un anno e mezzo fa.

Il Laboratorio della Rinascita è un progetto ambizioso ma concreto, l’obbiettivo è quello di fornire un supporto attraverso un centro di ricerca, sviluppo e promozione delle imprese produttrici localizzate nelle quattro regioni più colpite, Marche, Abruzzo, Umbria e Lazio.

L’Associazione Alfa Fenice punta sull’identità dei territori, sui prodotti tipici che possono garantire nuovi posti di lavoro e l’incremento di flussi turistici.

Al Convegno “La forza di Rinascere” parteciperanno come Relatori, Giorgio Alleva Presidente dell’Istat, Prof. Luciano D’amico Rettore dell’Università degli Studi di Teramo, Dott. Toni De Amicis, Direttore della Fondazione Campagna Amica della Coldiretti, Ing. Paolo Iannelli del MIBACT, Presidente UNPLI Antonino La Spina, Tommaso Navarra, Presidente del Parco nazionale Gran Sasso Monti della Laga. Inoltre, interverranno i sindaci delle aree del cratere sismico, Luca Masi dell’Anci e Anna Flavia Pascarelli dell’ICE. Saranno presenti il Presidente dell’Alfa Felice Sandro Sassoli, il segretario Angelo Corona e il coordinatore del progetto Laboratorio della Rinascita Dott. Massimiliano Napoletano.

I partners ufficiali del convegno, che hanno contribuito alla creazione dell’ambizioso progetto, sono l’Università degli Studi di Teramo, Università di Scienze Gastronomiche di Pollenza, l’Università degli studi di Roma La Sapienza, sede del convegno, e l’Ente Parco del Gran Sasso e Monti della Laga.

I messaggi d’introduzione saranno affidati alla Presidente emerita della Camera Irene Pivetti, al Sindaco di Roma Virginia Raggi e al Magnifico Rettore della Sapienza, prof. Eugenio Gaudio.

In rappresentanza delle forze politiche, sono stati invitati a partecipare alla conferenza i nuovi Presidenti di Camera e Senato, rispettivamente Roberto Fico e Maria Elisabetta Casellati, l’Onorevole Luigi Di Maio, il Senatore Matteo Salvini, l’Onorevole Giorgia Meloni, L’Onorevole Maurizio Martina e il Senatore Pietro Grasso.

Grazie alla realizzazione del marchio Ma.Co., marchio comunale, sarà possibile reperire e individuare in maniera efficace le varie tipologie di prodotto, consentendo un valore riconoscibile a livello universale.

Nella seconda fase, verrà appositamente sviluppata una piattaforma web, al fine di illustrare dettagliatamente la provenienza e la descrizione dei singoli prodotti, ai quali verrà destinata un’area personale, per consentire ai consumatori di acquistare velocemente attraverso il servizio dell’e-commerce.

Il presidente Sassoli e il segretario Corona si sono recati nelle aree più colpite dal sisma e intendono concedere aiuto concreto e maggiore visibilità, proprio per favorire la rinascita. Filiberto Caponi ha accompagnato il presidente Sassoli e il segretario Angelo Corona ad Arquata, attraverso un viaggio alla scoperta delle difficoltà in cui versa l’intero comune e delle imprese ancora presenti sul territorio, che hanno scelto di resistere. Caponi ha successivamente favorito l’incontro tra l’Associazione Alfa Felice e l’amministrazione comunale, ottenendo il patrocinio del comune di Arquata del Tronto e della Confartigianato per il convegno. Grazie al supporto di Caponi, è stato possibile coinvolgere e coordinare le attività produttive di Arquata, per permettere di far conoscere nel dettaglio i prodotti tipici e favorire una ripresa economica delle imprese.

Arquata del Tronto, tra i territori quasi interamente distrutti, avrà un’attenzione maggiore. Dopo la Fanfara dei Carabinieri, l’apertura del Convegno sarà affidata alla coinvolgente proiezione dello short video del regista Daniele Spadoni, e della video-poesia “Ferito incanto” di Filiberto Caponi, uno degli artigiani e restauratore d’arte di Pretare di Arquata del Tronto colpiti dal sisma, nonchè il presidente per la ceramica e l’artistico della Confartigianato Ascoli Piceno Fermo, che insieme al regista ha voluto omaggiare la sua terra con un testo profondo e di speranza. Saranno presenti al convegno il sindaco Aleandro Petrucci, altri rappresentanti dell’amministrazione comunale, la Pro Loco di Arquata e le imprese produttrici locali.

Ho partecipato attraverso il video e il marchio, al fine di promuovere le nostre aziende, nella speranza che questo porti una ricaduta in termini economici nelle aree più colpite – spiega Filiberto Caponi – mi hanno chiesto di realizzare un logo, Ma.Co. ovvero Marchio comunale, ideato e disegnato interamente dalla StilArte Restauri di Caponi e Pontani. La scritta del marchio è in latino, Sospesi tra terra e cielo intravediamo il futuro, e ha una doppia valenza. Come montanari, siamo il punto di congiunzione tra terra e cielo. In questo momento, siamo come sospesi ma anche da questa nuova posizione riusciamo a intravedere un futuro migliore, che stiamo tentando di ricostruire, giorno per giorno. Mentre ci lasciamo cullare da questa nuova prospettiva, riusciamo a captare cosa davvero vogliamo nel tempo che verrà, con maggiore chiarezza e perseveranza.”

Il Laboratorio della Rinascita è stato realizzato in collaborazione con il Centro di Ricerca DIGILAB 3D dell’ateneo Romano, con l’Alto Patronato del Parlamento Europeo con il patrocinio del Senato della Repubblica.

L’incontro sarà l’occasione di coinvolgere le massime eccellenze nel campo dell’imprenditoria, piccoli produttori alimentari, chef e giornalisti per promuovere le arre danneggiate dal sisma e aiutarle nel processo di ricostruzione e di rinascita. Al Convegno saranno presenti le imprese produttrici e artigianali di Arquata, per portare la propria testimonianza. Saranno distribuiti, inoltre, cinquanta pacchi contenenti prodotti tipici locali, allo scopo di far conoscere e apprezzare le eccellenze gastronomiche, che verrà donato per far comprendere che i produttori sono ancora in grado di garantire prodotti di alta qualità.

L’Associazione Alfa Fenice punta sull’identità e la dignità dei piccolo produttori, che rappresentano il riscatto morale di quei territori, in alcun casi completamente distrutti. Alla presenza dei sindaci delle quattro Regioni colpite, delle Associazioni di categoria e delle Camere di Commercio, il convegno rappresenta la voce dei produttori e degli artigiani locali, che hanno perso tutto ma intendono ripartire e dimostrare la forza della propria terra, attraverso Filiberto Caponi referente e coordinatore tra Arquata e Alfa Fenice di Roma.

Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 672 volte, 1 oggi)