PIEVE TORINA – “Il Cratere è qui, tra questi sindaci e queste facce stravolte e stremate. Il prossimo che mi parla di 138 comuni tutti allo stesso modo coinvolti mi farà perdere seriamente la pazienza”.

Queste le parole, riportate dall’Ansa, del sindaco di Camerino Gianluca Pasqui durante il vertice in corso a Pieve Torina con il capo della Protezione civile nazionale Angelo Borrelli, il commissario straordinario alla ricostruzione, Paola De Micheli, il presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli e i sindaci del territorio colpito dal sisma.

“Dobbiamo distinguere chi è distrutto e fa i conti tutti i giorni con questo sisma, oppure diteci chiaramente che dobbiamo andarcene tutti e che ve ne fregate di noi. Adesso il cratere va diviso in fasce – lo sfogo del primo cittadino raccolto dall’Ansa – a seconda dei livelli di danno per consentire procedure veloci e semplificate che permettano di continuare a vivere in queste zone”.

Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 193 volte, 1 oggi)