ROMA – Sì del Senato al decreto terremoto che reca misure urgenti a favore delle popolazioni del Centro-Italia, colpite dal sisma del 2016. Il provvedimento ha ottenuto 204 voti favorevoli, uno contrario e 56 astensioni, tra cui quelle del gruppo di Forza Italia.

Bocciati gli emendamenti al Decreto Terremoto, presentati durante l’esame dell’Aula del Senato, che prevedevano interventi sui giochi. La proposta di modifica Arrigoni (Lega) in favore delle ricevitorie del Lotto e delle rivendite di biglietti delle lotterie che operano nei comuni colpiti dal sisma è stata ritirata. Con l’emendamento si chiedeva di non applicare i limiti di fatturato necessari per il mantenimento della concessione.

Preclusi invece i due emendamenti Verducci (PD) che chiedevano di finanziare alcuni interventi, il primo la proroga dello stato di emergenza, il secondo la sospensione dei versamenti contributivi, con dei prelievi sulle vincite delle vlt.

Il decreto adesso approderà alla Camera il 16 luglio per la discussione generale, con voto finale previsto tra martedì 17 e mercoledì 18 luglio.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.