ASCOLI PICENO – Fischio d’inizio per la Polisportiva Borgo Solestà, che proprio in questi primi giorni di ottobre ha dato il via al campionato calcistico per la stagione 2018/2019. Numerosi sono i nuovi iscritti, molteplici le categorie che si troveranno a calciare il pallone lungo il manto verde e tante le iniziative che bollono già in pentola.

In salita la strada per la Prima Squadra che, dopo essere retrocessa in Terza Categoria lo scorso anno, dovrà mostrare grinta, tenacia e determinazione per riconquistare il traguardo della Seconda Categoria.

La prima giornata di campionato non ha confermato le aspettative: 1 a 2 per il Croce di Casale, ma già nella seconda giornata la squadra di mister Di Cesare ha conquistato la prima vittoria stagionale a spese del Roccafluvione con un 4 a 3.

Anche l’esordio della Juniores non ha avuto maggiore fortuna: dopo 90 minuti di impegno e sacrificio, il Pagliare ha primeggiato per 1 a 0, ma in casa nella seconda giornata la squadra di Teodori ha avuto la sua rivincita con il Castignano.

Terza giornata di campionato, invece, per gli Allievi che attraverso spirito di collaborazione e sostegno reciproco sono riusciti a ottenere una vittoria e due sconfitte di misura, esprimendo forse il miglior calcio a livello di settore giovanile per la Polisportiva.

Ottimo l’esordio per i Giovanissimi, che hanno portato a casa la partita contro il Castignano in un lodevole 2 a 1 per poi fermarsi nel turno di riposo.

Queste le categorie che da sempre caratterizzano la Polisportiva, ma il calcio vero per il Borgo, quello basato su virtù autentiche e che da sempre fanno crescere e sognare grandi e piccini è la Scuola Calcio, accademia di valori nonché cuore pulsante di talenti ed esperienze. A ormai più di un mese di distanza dall’avvio, il campionato autunnale ha visto protagoniste di nuove sfide quattro squadre, due nella categoria Esordienti e due nei Pulcini. Per ciò che concerne i Piccolissimi, al via sia i raggruppamenti federali con i piccoli amici e i primi calci.

C’è ancora molto da lavorare e si è solo all’inizio di un nuovo anno che riserverà sicuramente ostacoli, prove e confronti da sperimentare e superare, ma la Società si dice soddisfatta della ripartenza, sia per ciò che concerne l’aspetto calcistico sia per quello organizzativo.

Il percorso è ancora lungo e innumerevoli sono le attività che si stanno ideando per cercare di stimolare una crescita ragionata, ma come in ogni ambito solo la fatica, l’energia e la costanza possono condurre a ottimi risultati. L’obiettivo principe è quello di riuscire a migliorare sempre più giorno per giorno, sia a livello numerico che tramite il potenziamento di qualità e potenzialità ancora nascoste. L’auspicio più importante è che quei ragazzi che oggi più che mai tutta la società cerca di coltivare come rose in un vivaio, una volta cresciuti e maturati, possano di nuovo rinvigorire le file della Prima Squadra per tornare ad aspirare agli alti livelli che da sempre hanno fatto la storia del Borgo.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.