ASCOLI PICENO – Nei giorni scorsi un uomo nel capoluogo era stato fermato poiché aveva cercato di avere soldi da un’altra persona per la restituzione di un telefono risultato rubato.

E’ stato convalidato dal Tribunale l’arresto eseguito nei giorni scorsi dai Carabinieri della locale Compagnia accusato di tentata estorsione di denaro in cambio della restituzione di un iPhone, per cui il Giudice ha disposto, come misura cautelare, gli arresti domiciliari.

Aveva, in casa, un altro telefonino rubato ad un ragazzo di Spinetoli nei giorni addietro.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.