SAN GINESIO – Neanche il maltempo blocca il Festival che ha come l’obiettivo di rilanciare le zone marchigiane dopo il sisma 2016.

Il 29 luglio si è tenuto il secondo concerto al Borgo di RisorgiMarche, a numero chiuso, a San Ginesio. Protagonista Giua.

Uno show potente, acustico, ricco di sfumature, in cui Giua assieme ai due chitarristi Pietro Guarracino e Vieri Sturlini (conosciuti nella fortunata tournée dello spettacolo “Quello che non ho” con Neri Marcorè dedicato alle canzoni di De André) ha proposto alcune delle canzoni del suo nuovo disco “piovesse sempre così” in versione unplugged, ne rivisiterà altre raccolte dai suoi dischi precedenti e proporrà un omaggio a Faber.

Nonostante la pioggia, molte persone, che avevano prenotato sul portale di RisorgiMarche, si sono recate al Borgo per godersi l’evento al tramonto in un’atmosfera magica. Presente anche Neri Marcorè.

Giusti e meritati gli applausi finali: ad artisti e organizzatori. Ma anche al pubblico.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.