OFFIDA – Le bellezze di un casolare offidano finiscono su “Il Sole 24 Ore”.

“Siamo in provincia di Ascoli Piceno e dal terrazzo si può ammirare Santa Maria della Rocca, gioiello medievale di Offida, tra i Borghi più belli d’Italia”, così si legge tra le prime righe del pezzo firmato da Emiliano Sgambato, che parla della richiesta di case del Piceno, da parte degli stranieri.

“A vendere è una coppia inglese – continua il giornalista – che si trasferirà in una casa più piccola, sempre in zona, per non lasciare la rete sociale in cui si è integrata in questi anni”.

Il casolare di cui si parla nel pezzo è ristrutturato e rappresenta la tipologia di immobili per cui è più forte la domanda di acquisto da parte degli stranieri. Le Marche presentano in questo senso ancora spazi di crescita e occasioni interessanti – secondo Gate-away.com il portale immobiliare per l’estero, che ha fornito i dati a Il Sole 24 Ore – nonostante qualche battuta d’arresto, forse dovuta al terremoto del 2016, che non sembra però aver spaventato soprattutto tedeschi, americani e inglesi.

Secondo Annalisa Angellotti, direttore Marketing e della Comunicazione del portale, è fondamentale la promozione territoriale per farsi conoscere all’estero: “C’è sempre una storia dietro a una tradizione e va raccontata”.

“Ci troviamo in perfetta linea su quanto letto – commenta il Sindaco di Offida, Luigi Massa – Offida da anni punta a una promozione su territorio nazionale e internazionale. Puntando sulle tipicità. Penso al merletto, al vino e al Carnevale, ma potrei citarne diverse altre. E senza dare mai per scontato il patrimonio monumentale. Per non parlare poi di ciò ci caratterizza umanamente: la nostra attitudine all’accoglienza. E non mi stupisce che la coppia di inglesi che ha messo in vendita il casolare per trasferirsi in una casa più piccola, non abbia intenzione di lasciare la nostra comunità. Dobbiamo continuare a valorizzare ciò che abbiamo, le nostre tradizioni e cercare di comunicarle a una platea sempre più estesa. Lavorare sulla promozione e sulla conseguente crescita di Offida è il nostro obiettivo più ambizioso”.

 


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.