ASCOLI PICENO – La piccola frazione di Favalanciata con la sua Comunità Slow Food per la valorizzazione delle fave, ha aderito alla call europea “Good Food Good Farming“.

Domenica 13 ottobre si è tenuto nel paese acquasantano un laboratorio del gusto dove si sono approfonditi gli aspetti pratici del progetto socio gastronomico presente dietro la coltivazione del legume fava e la sua più semplice trasformazione per la cucina. Il tutto a difesa, come da iniziativa, della biodiversità e di una coltivazione libera da insetticidi e da attività invasive. Ospiti del laboratorio i cittadini del Comune di Monte San Pietrangeli (FM) che con la propria amministrazione e la Pro Loco sono scesi in buon numero nel piccolo borgo piceno terremotato, alla scoperta di questa iniziativa resiliente.

Quella di Favalanciata è stata l’unica iniziativa al momento realizzata nel Centro Italia in favore di una campagna di sensibilizzazione ai cambiamenti climatici nell’agricoltura e nel cibo. Una proposta promossa a livello europeo per il mese di ottobre alla quale hanno aderito diverse comunità e associazioni tra Germania, Olanda, Spagna e fino ai stati dell’Est Europa. Per maggiori informazioni www.gfgf.eu.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.