ASCOLI PICENO – Dopo il pareggio casalingo per 1-1 contro il Venezia, l’Ascoli prepara la trasferta contro il Crotone di venerdì 8 novembre. A parlare in casa bianconera è il centrocampista Michele Troiano:

“C’è grande rammarico per una vittoria che era quasi nostra e che avrebbe potuto portarci a una posizione di classifica ottimale, ma la stanchezza alla fine si è fatta sentire e non ci ha consentito di fare bottino pieno. La squadra sta bene e, analizzando le ultime tre gare, possiamo ritenerci soddisfatti per i punti ottenuti e per le prestazioni offerte, che ci hanno dato certezze su che squadra siamo e su quale squadra possiamo diventare. Abbiamo giocato in una settimana tre partite importanti a livello emotivo ottenendo cinque punti; il mister ha avuto risposte più che positive. Dalla prima giornata siamo nella parte sinistra della classifica, siamo in zona playoff, credo che questo sia da esaltare, siamo in linea con gli obiettivi”.

“Per Crotone siamo pronti e credo che siamo tutti disponibili – prosegue il centrocampista – il mister avrà un bel da fare per scegliere la formazione migliore. Ninkovic? Una questione chiusa il giorno stesso dalla società, sono stati presi provvedimenti che noi seguiamo, ma in questi giorni abbiamo pensato al campo, fra noi non è stato un argomento che ha tenuto banco, è un episodio per noi accantonato. Fra due giorni c’è una partita importante, andremo a Crotone per mettere in difficoltà l’avversario; deve essere di grande stimolo affrontare una squadra forte e noi tutti vogliamo dare una risposta al campionato e dimostrare che, pur fra alti e bassi, l’Ascoli c’è”.

“Il Crotone è la squadra che gioca meglio a calcio – conclude Troiano – abbiamo visto i video che hanno evidenziato dati impressionanti, ma non partiamo battuti, dobbiamo andare a fare punti, l’Ascoli non andrà allo Scida per stendere un tappeto rosso all’avversario, scenderemo in campo con grande concentrazione e attenzione, abbiamo grande rispetto per il Crotone, ma la classifica parla di una squadra con un punto in più dell’Ascoli”.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.