ASCOLI PICENO – Al via l’attuazione del nuovo sistema di bigliettazione elettronica dei trasporti pubblici delle Marche, la cui realizzazione rientra tra gli obiettivi strategici della Regione Marche per incentivare l’utilizzo del mezzo pubblico e favorire la mobilità sostenibile.

La Regione Marche, che nei mesi scorsi ha predisposto il progetto tecnico ed individuato le risorse necessarie, grazie ad un Protocollo d’Intesa sottoscritto con trentasei operatori del trasporto regionale, ha concertato una gara unica europea. Capofila condiviso è la Conerobus, l’azienda pubblica di Ancona. La gara per l’individuazione del fornitore degli apparati necessari è stata pubblicata ieri.

L’investimento complessivo è di oltre 7 milioni, dove la Regione garantisce circa il 60% di finanziamento a fondo perduto. Le risorse provengono in parte da fondi regionali, in parte da fondi Mit e dal Por Fesr. I dispositivi saranno poi acquistati ed installati direttamente dalle aziende di trasporto che hanno sottoscritto il protocollo d’intesa.

Rinnovamento radicale per il sistema tariffario: l’attuale sistema, che consente a ciascuna azienda di trasporto di adottare una propria tabella di tariffe crescenti in proporzione a fasce chilometriche prefissate, migrerà verso un sistema integrato di tariffazione, non più legato all’azienda, bensì al percorso che effettivamente si andrà a coprire, quindi più rappresentativo del servizio in relazione al territorio.

Gli utenti del trasporto pubblico potranno usufruirne dotandosi di un unico titolo di viaggio, che fisicamente potrà stare su diversi supporti come le classiche tessere elettroniche, cd smart-card, o gli smart phone, su cui caricare i propri abbonamenti del trasporto per compiere spostamenti su tutto il territorio regionale. Sulla tessera sarà possibile accreditare uno o più abbonamenti tradizionali o una somma, pagando il corrispondente valore presso le biglietterie o i punti vendita autorizzati oppure su altre piattaforme web dedicate. Il sistema sarà aperto a nuove tecnologie di fruizione, come il bike ed il car sharing.

Apposite obliteratrici elettroniche sui mezzi di trasporto provvederanno automaticamente a rilevare dove l’utente sale e dove scende, verificando la validità dell’abbonamento o del biglietto. In una fase successiva l’utilizzo del sistema potrà essere esteso anche alle schede bancomat o carte di credito appositamente abilitate.

“E’ stato raggiunto un risultato importante che garantisce mobilità sul territorio con un unico ticket a beneficio dell’utenza – afferma l’assessore Sciapichetti – abbiamo messo insieme tutte le forze, sia economiche che tecniche, pubbliche e private, per concertare una unica procedura regionale con la regia della Regione Marche. Con questo nuovo sistema di pagamento ed obliterazione dei titoli di viaggio, unico per tutto il territorio regionale, gli utenti marchigiani potranno utilizzare indistintamente ogni mezzo di trasporto pubblico, autobus e, in un prossimo futuro, anche il treno. Questo ci permetterà di mettere a punto anche politiche tariffarie innovative e a contrastare in modo più efficace l’evasione tariffaria”.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.