SERVIGLIANO – Una settimana interamente dedicata al ricordo della Shoah.

In occasione della Giornata della Memoria, promossa dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri per la diffusione della conoscenza della Shoah e dei crimini perpetrati dal nazifascismo, a Servigliano dal 25 gennaio al 1 febbraio, l’Associazione Casa della Memoria di Servigliano e il Comune di Servigliano organizzano una settimana di iniziative di sensibilizzazione, con conferenze sui temi della tolleranza e del razzismo, incontri con i testimoni delle atrocità dei campi di concentramento – parteciperanno Gioia Bartali e Franco Perlasca – e l’open day con apertura e visita guidata del campo di prigionia di Servigliano.

All’iniziativa partecipa anche il Segretariato Regionale MiBact per le Marche con la conferenza “Le parole delle Memoria” di venerdì 31 gennaio alle ore 16 presso la Casa della Memoria (ex stazione ferroviaria) di Servigliano, in occasione della quale il Segretario Regionale, Corrado Azzollini, presenterà al pubblico il progetto di recupero dell’ex baracca del campo di prigionia CPG-59 di Servigliano, luogo di concentramento per perseguitati ebrei prima e per i profughi istriani poi.

L’intervento di ristrutturazione, realizzato in collaborazione con la Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio delle Marche, permetterà la creazione di una biblioteca aperta al pubblico dedicata ai temi della memoria, della tolleranza e dell’accoglienza tra i popoli.

Info evento: www.marche.beniculturali.it e pagina Fb Mibact Marche.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.