OFFIDA – L’Osteria Ophis di Offida riaprirà il 1° giugno e compie 20 anni di attività.

Di seguito le parole dello Chef e proprietario del locale, Daniele Citeroni Maurizi.

“Sì… dopo il blocco per il covid-19 siamo pronti a riaprire le porte in sicurezza per noi e i nostri cari clienti.

Se in un primo momento sono rimasto in casa, un po’ smarrito, poi mi sono attivato sui social con dirette insieme giornalisti o colleghi, così da confrontare le diverse situazioni del nostro settore. Per poi passare il tempo leggendo e studiando il mio lavoro fino a captare la giusta chiave di lettura di questo periodo storico molto singolare sperando che rimanga singolare.

Quindi coinvolgendo tutto lo staff, insieme abbiamo deciso cosa cambiare, cosa migliorare, sfruttando questo stop come il momento giusto per fare quel passo su cui tanto avevamo riflettuto e per effettuare quell’atteso giro di boa.

Per questo saremo pronti ad accogliervi con tante novità.

– All’interno della sala i posti sono sempre gli stessi visto che l’attenzione alle distanze e alla privacy sono da sempre nella filosofia di Ophis. Ovviamente tutte le precauzioni del caso sono state prese e ben organizzate per la sicurezza di tutti.

– Tutti i clienti riceveranno una sorpresa a fine pasto, un regalo da portare a casa. Il motivo? Beh, il primo riguarda il fatto che finalmente ci si potrà concedere di nuovo una cena al ristorante; il secondo per festeggiare con voi i 20 anni di Ophis!

– Ma non vi posso dire cosa ci sarà dentro oltre al menu! Anche questo è cambiato nella forma, troverete un menu alla carta tra classici e tradizione, quindi un menu a scelta per chi non vuole rinunciare a noi anche per soli 2,3 piatti.  Di contrapposizione avremo un solo menu degustazione fisso Per noi di Ophis di 10 piatti più aperitivo e piccola pasticceria dove le uniche regole saranno il territorio ma senza confini e pregiudizi, per una proposta di una cucina ancora più contemporanea.

– L’orario è rimasto il classico con l’apertura serale anticipata alle 19 nella bella stagione.

Un altro sguardo volto al territorio è riservato alla carta dei vini che, fino a data da destinarsi, sarà composta dalle sole pagine dei vini regionali, come gesto di aiuto reciproco fra corregionali.

-Se si visita il sito di Ophis, si troverà anche la pagina “Piceno  Experience” dove proponiamo 3 percorsi turistici dalla cena con pernotto a una tre giorni tra monumenti cantine e produttori, al fine di incuriosire e avvicinare al Piceno quanti più cultori del bello e buono.

Ancora una volta cercheremo di uscirne con grinta e volontà continuando a sposare il nostro territorio che da sempre è partner del progetto Ophis.

Con l’occasione anche l’insegna Vistró farà parte della famiglia Ophis con l’aggiunta dell’appellativo Vistró #Labophis.

Appunto al civico 64 sempre sul Corso Serpente Aureo avremo qualche tavolo con un menu tutto basato sul pane da grani tradizionali di aziende locali e tutta l’arte bianca tradizionale: quindi panini, crostoni e ciabatte. Il locale sarà arricchito da un punto vendita di 4 aziende vitivinicole del territorio quali, le Caniette, Simone Capecci , La Valle del Sole e Fiorano: grazie a un accordo con loro l’enoteca avrà gli stessi prezzi che trovereste in cantina. Uno spazio è stato lasciato anche alla vendita di prodotti  locali che fanno le basi della cucina di Ophis da sempre.

Un progetto che spero riesca a farsi il suo lavoro, sicuramente io ed i miei ragazzi ce la metteremo tutta come sempre abbiamo fatto, cercando di portare il nome del Piceno ed i suoi prodotti sempre sotto i riflettori per un bene comune visto che abbiamo un territorio che nulla ha da invidiare ad altre realtà.

A questo punto vi ricordo che vi aspettiamo a braccia aperte dal primo giugno e consigliando di prenotare il vostro tavolo da Vistró #Labophis  (0736499857) per un aperitivo, uno spuntino veloce o per acquistare una bella bottiglia di vino oppure un’esperienza gastronomica al tavolo di Ophis (0736889920)


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.