ARAGONA (SPAGNA) – Al Grand Prix di Teruel di Moto3 solo 19° l’ascolano Romano Fenati. Il pilota in forza al Max Racing Team di Max Biaggi fin da subito ha accusato qualche problema con l’anteriore, peggiorato con il passare dei giri.

Fenati non ha avuto una grande partenza dalla tredicesima posizione e sul traguardo del primo giro è transitato sedicesimo. Al secondo giro ha realizzato il suo fastest lap, con il tempo di 1’58.364 e da lì in poi ha recuperato poche posizioni: nel corso del sesto giro ha raggiunto la tredicesima posizione. Alla fine del tredicesimo giro è transitato ventiquattresimo, ma negli ultimi minuti di gara il problema si è stabilizzato e questo gli ha permesso di recuperare qualche posizione, chiudendo la gara in 19^ posizione, con un gap di 5.448 secondi. Il suo compagno di squadra Alonso Lopez è si è invece classificato 11°.

La parola ai protagonisti. Romano Fenati: “Purtroppo fin da subito abbiamo avuto alcuni problemi con l’anteriore. Questo mi ha impedito di frenare e di inserire la moto in curva come avrei voluto. Il problema è peggiorato fino a metà gara, quando si è stabilizzato. E’ stato piuttosto difficile mantenere il passo, per cui siamo scivolati indietro. Ora dobbiamo capire esattamente qual è stato il problema. Speriamo nella prossima gara a Valencia di far bene.”

Alonso Lopez: “Sono molto contento del risultato di oggi, perché ho avuto un ottimo ritmo, ma sono anche un po’ triste, perché senza la penalità avrei potuto fare un’ottima gara, considerando che ho perso molto tempo. Per quanto riguarda il prossimo weekend spero di evitare qualsiasi penalizzazione e di lavorare bene con la squadra. So cosa fare per migliorare. Colgo l’occasione per ringraziare la squadra.”

Max BiaggiTeam Owner: “Sono dispiaciuto perché ho visto Romano perdere molte posizioni ed è stato abbastanza difficile capirne il motivo. Adesso analizzeremo tutti i dati registrati, per capire da dove viene il problema. Romano ha avuto una buona velocità per tutto il weekend e in condizioni normali sarebbe sicuramente entrato nella top ten. Un risultato decisamente migliore arriva da Alonso che è partito abbastanza lontano e quindi la sua undicesima posizione non è poi così male. Non è stato un weekend soddisfacente, perché avremmo potuto fare molto meglio. Ora è il momento di lavorare per migliorare a Valencia.”

 


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.