FORCE – “A seguito di denuncia, presentata ai militari della Stazione Carabinieri Forestale di Comunanza, è stato deferito all’Autorità Giudiziaria il titolare di un’impresa agricola locale per aver abbandonato in Comune di Force circa venti metri cubi di rifiuti vegetali consistenti in ceppaie di piante da frutto”

Così, in una nota stampa diffusa il 17 dicembre, il Gruppo Carabinieri Forestali di Ascoli Piceno: “Il titolare d’impresa agricola, con l’aiuto di vari mezzi meccanici, si è reso responsabile dello smaltimento illecito degli apparati radicali di numerosi alberi di noce e di piante da frutto, dell’età di circa quarant’anni”

Dall’Arma proseguono: “I Carabinieri Forestali di Comunanza, a seguito della denuncia della titolare del fondo dove è stato accumulato e abbandonato illegalmente il materiale vegetale e alla conseguente attività info-investigativa, hanno provveduto alla ricostruzione dei fatti riuscendo a risalire al responsabile”.

“A quest’ultimo, imprenditore agricolo, sono stati contestati gli illeciti previsti e puniti dall’articolo 256 del Testo Unico Ambientale n.152/2006 – concludono dal Gruppo Carabinieri Forestali di Ascoli – Il trasgressore rischia l’arresto da tre mesi a un anno o l’ammenda da duemilaseicento euro a ventiseimila euro in quanto trattasi di rifiuti classificati non pericolosi anche se il loro smaltimento non conforme alle procedure previste dalle norme può comportare conseguenze negative per l’ambiente”.


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.