ASCOLI PICENO – Torna a fare punti l’Ascoli che blocca sull’1-1 il Pisa capolista; toscani in vantaggio con Masucci al 24′ su assist di Lucca, pareggio dei bianconeri al 40′ su rigore, fischiato da Mercenaro dopo aver rivisto l’azione al Var, trasformato da Dionisi al 109° gol in Serie B.

“Ci tenevamo molto a questa partita per un insieme di cose – le parole a fine gara di mister Andrea Sottil – Volevamo assolutamente riprendere a fare punti e ritornare a fare una grande prestazione, mancava la continuità di concentrazione. Siamo venuti a giocare qui, in casa della prima in classifica, e fare una partita giocata bene con uno spirito ed una concentrazione diversi rispetta alle ultime gare, non deve mai mancare. Il campo ha detto che abbiamo tenuto dal 1° al 100° minuto, siamo contenti per i nostri tifosi che prima di partire ci hanno mostrato la loro stima e ci hanno spronato a farci ritrovare l’entusiasmo: noi siamo l’Ascoli con 123 anni di storia. Il patron in questi giorni ci è stato vicino, l’ho sentita molto in questi giorni la sua vicinanza e per me questo è molto importante; questo per tutto il mondo Ascoli deve essere una ripartenza definitiva. Ci sonno tante cose positive ma bisogna dare continuità“.

“Ho visto fame in tutti i reparti – continua il tecnico bianconero – Spiace per il gol ma ci sono anche gli avversari, hanno delle grandi qualità ma noi ce la siamo giocata. Un’altra cosa bella che ho visto è la reazione che c’è stata: mettere la palla in mezzo e ricominciare a giocare. Il rigore era assolutamente netto, c’è mancata un po’ di serenità perché c’è ancora qualche scoria che dobbiamo togliere velocemente. A me piace l’Ascoli pratico, cinico ed agonista. Dall’inizio paghiamo una discontinuità nella formazione, Iliev l’ho avuto poco così come Sabiri, sto aspettando che tutti arrivino ma oggi si è visto uno spessore in attacco importante, ho visto giocate molto importanti: sta crescendo la nostra identità. Mi spiace per Buchel che sarà squalificato, la sua è una posizione soggetta ai cartellini; stasera la sua ammonizione è stata molto generosa  ma verrà sostituito come è sempre stato fatto”.

“Con un pizzico di coraggio e fortuna in più avremmo potuto portare a casa qualcosa in più – afferma Federico Dionisi – Ce la siamo giocata bene fino alla fine, abbiamo fatto la partita che dovevamo fare. Siamo andati sotto ma abbiamo continuato a giocare trovando il pareggio, abbiamo avuto anche qualche occasione nel finale; penso sia stata una prestazione positiva anche se manca la vittoria, sabato deve essere l’occasione giusta per tornare ai 3 punti. Ci serviva una grande prestazione, adesso ci manca la vittoria; dobbiamo essere ancora più compatti, possiamo giocarcela su qualsiasi campo. Rimane quel pizzico di rammarico, perché venendo su un campo del genere e dopo una prestazione così sarebbe stato bello portare a casa la vittoria; ci teniamo comunque il punto ottenuto su un campo difficile e dopo una grande gara, soprattutto sotto il lato mentale. Non penso alla classifica cannonieri, ci tenevo a fare il settimo gol in campionato ma per far vincere la squadra, l’importante è fare il bene dell’Ascoli”.

“Ci sono stati momenti in cui potevamo fargli male – dichiara Marcel Buchel – Non abbiamo sfruttato al massimo delle ripartenze ma siamo molto contenti del punto. Sapevamo quello che voleva il mister e sapevamo dove eravamo mancati nelle ultime prestazioni, l’aggressività e l’attenzione fanno la differenza. Dobbiamo dimostrare che non siamo quelli delle 5 partite precedenti, non è facile ma sappiamo che squadra siamo, ci vediamo tutti i giorni, sabato in casa dobbiamo farlo vedere ai nostri tifosi. Ho dovuto spendere in mezzo al campo il cartellino che farà scattare la squalifica perché poteva nascere una ripartenza ma come sempre a me lo danno con molta facilità il giallo, secondo me non era neanche fallo; chi giocherà al posto mio sono convinto che darà il massimo“.


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.