ASCOLI PICENO –  “La moda dipinta: le vesti e gli ornamenti attraverso la pittura dal Medioevo al Rinascimento” è il titolo della conferenza, ad ingresso libero, che il professor Stefano Papetti, curatore scientifico delle raccolte museali di Ascoli Piceno, terrà il 3 febbraio dalle ore 18 presso lo spazio “Fuoriluogo” del Centro Commerciale Città delle Stelle di Ascoli Piceno.

“L’incontro – ha dichiarato Lara Vitelli, referente delle cooperative che gestiscono la Rete dei musei civici di Ascoli – sarà un viaggio ideale attraverso i dipinti più famosi, alcuni dei quali presenti nelle collezioni della Pinacoteca Civica di Ascoli Piceno ed un viaggio reale nel mondo della moda e della sua evoluzione”.

La moda, nel Medioevo e nel Rinascimento, era un vero indicatore del livello sociale dell’individuo:  si è trasformata introducendo dapprima una differenziazione tra abito maschile e femminile (che nell’antichità non era così netta) poi aggiungendo ad alcuni indumenti di base (per gli uomini una camicia, una cintura, una borsa per il denaro, calzoni di tela e guanti) altri accessori utili a distinguere i nobili dal resto della popolazione.

“È possibile parlare di moda attraverso i dipinti – ricorda la dottoressa Vitelli – anche nel caso di arte sacra: ad esempio, il San Sebastiano del Crivelli che si può ammirare nella Pinacoteca di Ascoli Piceno è rappresentato non in veste di santo martirizzato ma come un paggio in abiti quattrocenteschi regalandoci un prezioso documento della moda del tempo”.

La conferenza del professor Stefano Papetti spazierà dunque dal Medioevo al Rinascimento, da Crivelli a Cola dell’Amatrice fino a Tiziano allo scopo di far capire quanto la moda fosse importante e come la moda del Medioevo e del Rinascimento sia, di fatto, alla base del nostro moderno modo di vestire.

Collegato a questo evento, domenica 26 febbraio, è prevista “La moda dipinta”, visita alla Pinacoteca Civica di Ascoli Piceno, con prenotazione obbligatoria: queste iniziative fanno parte del programma previsto dalla collaborazione tra i Musei Civici di Ascoli Piceno e Coop Alleanza 3.0.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 41 volte, 1 oggi)