ASCOLI PICENO – Riconoscimento per le iniziative messe in campo dall’Amministrazione Comunale di Ascoli Piceno a favore della promozione del settore ceramico: il successo riscosso dalla IV edizione della Biennale dell’ Arte Ceramica dedicata alla figura San Francesco, vinta dal ceramista lituano Igor Kovalevich, ha spinto i responsabili dei musei di Kaunas, in collaborazione con l’Ambasciata Italiana in Lituania, a richiedere le opere selezionate dalla giuria del premio per esporle presso il locale Museo della Ceramica.

Kaunas, conosciuta come la Parigi della Lituania, ha una lunga e vivace tradizione nell’ambito della produzione di manufatti ceramici testimoniata anche in occasione della mostra dei ceramisti lituani che si è tenuta ad Ascoli Piceno nel 2015.
Nella IV° edizione della Biennale di Ascoli Piceno “Tra tradizione e modernità” possiamo trovare opere create dai migliori artisti italiani e di altre nazionalità.

In questa mostra, sono presenti anche alcuni nostri Ceramisti Ascolani, le cui opere risultano ispirate al nostro patrimonio culturale, alle trasformazioni della natura, agli archetipi dell’immaginario, a profonde interpretazioni filosofiche ed estetiche.a testimonianza della loro produzione e arte decorativa, nello specifico:

dell’Accademia Maioloicari Ascolani l’opera dell’artista Di Spurio Biancucci Giuseppina dal titolo (VERSO LA LUCE DEL DIVINO), dell’artista Caponi Luciano con ( AUGURIO ALLA PACE) e della manifattura Ceramiche, Guidotti Antonella, Walter Alessi con (CANTICO DI SAN FRANCESCO).

Altri Ceramisti come l’artista Brandimarte Ado con l’opera (ATTESA),Guerieri Elisabetta con ( LUPO),e Piccioni Diana con (IL CAMMINO DELLA PACE).

Le opere presenti saranno 50 e tutte incastonate come gioielli e pronte a testimoniare la passione e l’Eccellenza di identità territoriali che dobbiamo espandere verso l’Europa, anche per uno sviluppo economico e di brand identitario.

(Letto 49 volte, 1 oggi)
Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 49 volte, 1 oggi)