ASCOLI PICENO – Felicità e soddisfazione. Ciò si legge dai volti di Gigliotti e Lanni in sala stampa dopo la vittoria contro il Cittadella nel pomeriggio del 18 marzo al Del Duca.

Per il primo il goal del pareggio e un assist decisivo per la realizzazione di Orsolini. Il secondo ha festeggiato con la vittoria la centesima presenza con l’Ascoli Picchio.

Il portiere ha affermato: “Bel traguardo le 100 partite, emozionante la consegna della maglia. Voglio ringraziare mister Vallesi, merito suo del mio rendimento in campo e del mio miglioramento. Il momento in cui sono stato più orgoglioso? Quando arrivi qui ti trasmettono la passione per questa maglia, ho ancora 4 anni di contratto e se devo scegliere un momento, dico oggi. Era importante vincere, la partita è stata equilibrata con due episodi importanti. Siamo stati bravi a reagire – dichiara il numero 1 – abbiamo cambiato entrambi i centrali per infortunio e faccio i complimenti a Gigliotti e Mogos, molto bravi. Ho fatto i complimenti anche al portiere avversario Alfonso che ha fatto ottime parate. Cinque rigori contro in otto partite? Si sono lamentati ed ecco: sul rigore l’arbitro aveva detto gomitata ma poi ha detto mano, sono perplesso”.

Parola a Gigliotti: “Mi piace far gol e quando un difensore segna è sempre qualcosa di particolare . Poi sono felice anche per il cross dato ad Orsolini. Oggi non sapevo se avrei giocato, mi aspettavo giocasse Augustyn ma speravo di giocare e mi sono fatto trovare pronto. Rispetto le scelte di mister Aglietti mi farò sempre trovare pronto – ha affermato il bianconero – Sul mio cross è stato bravissimo Orsolini a fare un bel movimento e a colpire come un rapace”.

Pensieri sul compagno Augustyn: “Non penso soffra la pressione, penso sia un periodo in cui non gli riescono delle cose come prima. Per me sta bene ed è sereno”.

Felicità per il goal: “Mi sono venuti i brividi ad esultare sotto la curva”.

Sintonia con Mogos?: “Sono stato abbastanza bene con lui, gli faccio i complimenti perchè non era facile giocare in questo ruolo, ha fatto una partita molto concentrata e non era facile”.

Riccardo Orsolini è stato portato all’ospedale dopo aver preso una botta in faccia: ha perso del sangue e si teme una rottura del naso.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 148 volte, 1 oggi)