SPINETOLI – Non c’è modo migliore di scoprire le proprietà benefiche dell’olio extravergine d’oliva che gustarlo in una cena all’aperto con piatti tipici accompagnata da musica, danza ed eventi culturali. “Assaggiando l’estate – Cena in frantoio” è organizzato dall’Oleificio Silvestri Rosina e si svolge ogni lunedì di giugno, luglio e agosto alle ore 20 presso la sede dell’Oleificio, in via Schiavoni 8 a Spinetoli (AP).

Lunedì 17 luglio è stata una serata speciale, che ha racchiuso i gioielli delle Marche: la storia, la poesia, la scultura, i paesaggi e l’assaggio dei prodotti tipici del Piceno con il connubio fra mare Adriatico e monti Sibillini. L’evento è stato infatti arricchito da: le danze variopinte del gruppo Pizzicati Piceni; il blu dei misteri e delle leggende marchigiane raccontate dal Prof. Antonio De Signoribus di Grottammare, denominato “il Grimm delle Marche”; dal bianco del travertino scolpito da Giuseppe Straccia, creatore con Donato Gentili della statua Mater Olivae, che ha preso vita anche grazie alla poesia di Bianca Maria Romano.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 119 volte, 2 oggi)