ASCOLI PICENO – Sono oltre 3.700 le opere d’arte recuperate dai 483 volontari di Legambiente Marche che hanno operato in questo anno in 26 comuni colpiti dal sisma per un totale di 3.775 ore di volontariato dall’inizio del terremoto del 24 agosto 2016.

Le operazioni in cui sono coinvolti i volontari del gruppo di Protezione Civile Beni Culturali Legambiente Marche continuano: oggi gli interventi sono in corso a Valfornace, da domani fino a giovedì le attività proseguono al Castello di Lanciano nel Comune di Castelraimondo.

Secondo Francesca Pulcini, presidente di Legambiente Marche, per il futuro delle opere d’arte nelle aree terremotate “è urgente uscire dall’emergenza e passare alla fase successiva, fare il punto sulla nuova geografia del patrimonio culturale marchigiano post sisma, l’ubicazione e lo stato dei depositi e iniziare un percorso di gestione e organizzazione dei depositi temporanei per avviare la valorizzazione attraverso mostre diffuse e laboratori di restauro nelle zone più prossime ai luoghi di origine”.

(Letto 41 volte, 1 oggi)
Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 41 volte, 1 oggi)