GROTTAZZOLINA – Archiviata la vittoria contro la Conad Reggio Emilia, la Videx Grottazzolina è tornata al lavoro in palestra, dando il via ad una nuova settimana che condurrà i grottesi verso la trasferta di Catania. Il 3-0 comminato alla formazione emiliana ha restituito certezze e grinta alla squadra di coach Ortenzi, eliminando le scorie della sconfitta all’esordio in quel di Santa Croce.

“A prescindere dal risultato finale, devo dire che quella di domenica pomeriggio è stata una partita difficile, esattamente come pensavamo” ha commentato Massimiliano Ortenzi. “Nel primo set Reggio Emilia ci ha messo in grande difficoltà al servizio e si è guadagnata un discreto vantaggio, a noi va il merito di non aver mollato e di essere rimasti sempre attaccati alla partita. Nel finale, poi, abbiamo trovato lo spunto vincente, grazie all’ace di “Paz”  – Mattia Minnoni ndr – entrato dalla panchina, e al muro di Giacomo – De Fabritiis. Nel secondo siamo partiti molto forte, abbiamo difeso tanto e contrattaccato in maniera impeccabile, mentre nel terzo è stato di nuovo l’ingresso di Paz per il servizio a permetterci di guadagnare quel vantaggio che ci siamo portati avanti fino alla fine.”

Una Videx, quindi, che torna a carburare e inizia davvero ad impressionare il pubblico grazie ad un trio d’attacco inossidabile composto dall’australiano Richards (23 punti per lui nel match di domenica scorsa), dal leader Morelli e dal solito Salgado, e da una ricezione più solida, che ha permesso a Cecato di orchestrare al meglio il gioco.

“Sono molto contento per la squadra, perché Santa Croce era stata una partita amara, anche se nei primi due set e mezzo avevamo giocato abbastanza bene” prosegue Ortenzi. “In questo secondo turno, invece, abbiamo tenuto un livello alto per tutta la partita e a sprazzi abbiamo fatto vedere un’ottima pallavolo. La strada è lunga, bisogna ragionare giornata per giornata, ma il nostro obiettivo deve essere giocare la sempre la nostra miglior pallavolo.”

Partita da incorniciare per il veterano Mattia Minnoni, alla sua diciottesima stagione in maglia Videx, che con i suoi ingressi al servizio ha mandato in tilt la ricezione avversaria, contribuendo pesantemente alla conquista dei tre punti

“Sono contentissimo, il mio unico punto in Serie A risaliva al 2004 e il mio sogno era farne almeno un altro” ha commentato il montegiorgese classe ’81. “Durante il riscaldamento non mi era entrato neanche un servizio e speravo che Massimiliano non mi facesse entrare… invece alla fine la mia battuta è stata decisiva. E’ una vittoria che ci meritavamo, così come avremmo meritato qualcosa in più a Santa Croce, ma giocare in casa è un’altra cosa: ci teniamo a far bene per il nostro pubblico, e anche per noi, perché ci stiamo impegnando tantissimo.”

Domenica prossima, a Catania, la Videx dovrà confermare quanto di buono fatto vedere a Grottazzolina. Si tornerà in casa per il big match contro Siena, domenica 15 ottobre alle ore 18.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 82 volte, 1 oggi)