ASCOLI PICENO – Terzo pareggio consecutivo. Terzo 1-1 consecutivo. Al Del Duca Ascoli Picchio e Pescara si dividono la posta in palio. Il Pescara passa in vantaggio al 40′ grazie ad una papera di Ragni, ma viene raggiunto ad inizio ripresa dal gol di Bianchi. Ottimo finale di partita del Picchio che però non trova il vantaggio.

PAGELLE

RAGNI 4 – Sul gol del Pescara il suo errore è onestamente imbarazzante per un portiere, non solo di Serie B, ma di qualsiasi categoria. Gli uomini di Zeman non erano mai stati pericolosi fino a quel momento e lui gli ha regalato, forse in clima natalizio, il vantaggio.

DE SANTIS 6,5 – Continua la sua crescita costante sotto tutti i punti di vista: tecnico, tattico e mentale. Partita solidissima del giovane centrale bianconero che non soffre praticamente mai la freschezza atletica degli incursori abruzzesi.

PADELLA 5,5 – Sarebbe la sua solita prestazione da leader difensivo, ma quell’espulsione rimediata a partita praticamente finita, in una maniera veramente ingenua, rischia di avere ripercussioni anche sulla prossima partita dei bianconeri.

GIGLIOTTI 6,5 – Il Pescara si rende pericoloso solo con conclusioni dalla lunga distanza, a testimonianza dell’ottimo lavoro difensivo fatto dalla retroguardia bianconera. Lui non fa eccezione, giocando una partita attenta e senza sbavature.

MOGOS 7 – Gladiatore. Lascia sul campo tutto quello che ha ed esce solamente quando il suo fisico non ne ha veramente più. Spinge tanto finché può ed è molto attento difensivamente, mettendo in risalto tutte le sue caratteristiche migliori.

ADDAE 6,5 – Tantissima generosità e voglia di fare. Purtroppo i suoi limiti tecnici a volte sono veramente ingombranti, cosa, comunque, ormai ben preventivata. Detto ciò, si butta su tutti i palloni con grande grinta ed arriva anche due volte a concludere in porta in maniera pericolosa.

BUZZEGOLI 7 (IL MIGLIORE) – Troneggia in mezzo al campo per tutta la partita, dominando tutto il centrocampo abruzzese da solo, sfruttando anche la sua grande esperienza. Tecnica e grinta al servizio della squadra, oltre ad un bel assist su punizione per il pareggio bianconero.

BIANCHI 7 – Arriva alla conclusione pericolosa già nel primo tempo. Sono le prove generali per il bellissimo gol di testa che arriva ad inizio ripresa. Non lesina impegno e tenacia fino alla sua uscita dal campo. CARPANI (dal 77′) 6 – Al posto di Bianchi, nel finale, per dare muscoli alla mediana bianconera.

CINAGLIA 5,5 – Rispetto al suo collega di fascia opposta, non riesce ad incidere né difensivamente né offensivamente. Rimane troppo nel suo e commette anche parecchi errori tecnici e di scelta delle giocate. Una prestazione decisamente appannata. PINTO (dal 68′) 6 – Entra in campo senza strafare e senza commettere errori gravi.

VARELA 6 – Come contro l’Avellino, gioca un partita di sacrificio, venendo a prendere il pallone molto basso, qualche volta tenendolo, poi, troppo tra i piedi. Ovviamente questo lavoro ne penalizza un po’ l’efficacia offensiva, la quale è praticamente nulla.

PEREZ 5,5 – La voglia di sacrificarsi non gli è mai mancata, ed oggi non fa eccezione. Rispetto ad altre uscite riesce anche ad essere più incisivo nelle giocate. Tuttavia, un attaccante che non tira praticamente mai in porta non può essere premiato con una sufficienza. BALDINI (dal 75′) 7 – In venti minuti scarsi riesce a mettere Addae solo davanti al portiere, a prendere un palo e, infine, a concludere nuovamente in porta in maniera pericolosa. Non male come impatto sulla partita.

 

COSMI 6,5 – Non arriva la sconfitta, ma non arriva nemmeno la vittoria. Terzo 1-1 consecutivo, questa volta però maturato dopo uno svantaggio. Questo può essere un bel segnale, che dimostra come la squadra sia mentalmente viva e convinta dei propri mezzi. Nel finale di partita, forse, meriterebbe anche di vincerla.  Purtroppo offensivamente il materiale è veramente risicato e si prova a fare quello che si può.

 

 

Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 369 volte, 1 oggi)