ASCOLI PICENO – Una video lettera a Gesù Bambino, con un passaggio durissimo sulla Dat, la Dichiarazione anticipata di trattamento da poco diventata legge, vista come un successo della ”cultura della morte”. Il vescovo di Ascoli Piceno, mons. Giovanni D’Ercole, fa gli auguri di Natale ai fedeli con un lungo video pubblicato sul sito web della Diocesi.

Inquadrato davanti al presepe, parla del fascino del Natale diventato ”sempre più fragile, fra tanta povertà, paura del futuro, confusione sociale”. ”Cresce la sfiducia verso le istituzioni – attacca – e particolarmente verso la politica, che non riesce più a intercettare i veri bisogni di tutti: vedi l’approvazione frettolosa da parte del Parlamento della Dat, che a parere di molti – afferma mons. D’Ercole – e anche mio, è un altro colpo andato a segno da chi propina la cultura della morte. Pensando, forse in buona fede, di essere araldo della libertà della vita”.

Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 203 volte, 1 oggi)