ASCOLI PICENO – Dopo la fondamentale vittoria contro il Bari, l’Ascoli si prepara alla sfida di sabato 7 aprile contro il Carpi; dopo i recuperi della 29^ giornata la sestultima posizione, ultimo posto utile per la salvezza diretta, è a -3 punti.

Uno dei protagonisti delle ultime partite, Ignacio Lores Varela, fa il punto della situazione: “E’ stata una Pasqua tranquilla, siamo contenti ma dobbiamo dare continuità ai risultati con impegno e determinazione. Quella con il Bari è una vittoria che ci dà morale perché è stata una vittoria del gruppo, da ora in poi ogni partita sarà una guerra; anche per gli altri sarà dura affrontarci, noi non possiamo fare calcoli ma correre per tutta la partita. Mister Cosmi ci dà una grande carica, è molto bravo a spiegare le cose e ci fa dare il massimo. Il mio è stato un campionato irregolare, cerco comunque di dare tutto, se non posso esprimermi a livello tecnico cerco sempre di dare una mano lottando. Il Carpi è una squadra difficile, a volte le basta un gol per vincere le partite”.

Per noi è una bellissima cosa l’appoggio del pubblico – prosegue l’uruguaiano – capisco che a volte la gente si aspetti di più, ma avere la curva piena è un grande stimolo; ogni volta che giochiamo diamo sempre il massimo. Il mio ruolo? Era esterno ma posso giocare seconda punta o mezzala, come stiamo provando, per buttarmi negli spazi. Clemenza? Un bel giocatore, lui è più trequartista io più seconda punta che si lancia, possiamo giocare insieme. L’andata con il Carpi ci ha insegnato molto, eravamo troppo inesperti. Siamo consapevoli che è una tappa decisiva, abbiamo delle opportunità che possiamo sfruttare. Sappiamo che non siamo più bravi di come eravamo prima degli ultimi risultati, dobbiamo continuare a lottare. Il fattore campo in partite come queste può essere uno stimolo importante. Vincere è importante anche per il morale della squadra e dell’ambiente, si creerebbe un’atmosfera positiva, abbiamo ancora tanti scontri diretti, cerchiamo di raggiungere il nostro obiettivo che è la salvezza. Mi manca molto il gol al del Duca, ne ho sbagliati diversi, segnare sotto la curva sarebbe qualcosa di meraviglioso”.

 

Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 105 volte, 1 oggi)