ASCOLI PICENO – Nella mattinata del 2 luglio si è svolta una conferenza stampa ad Ascoli Piceno, in piazza del Popolo.

A parlare con i giornalisti, i titolari del Lorenz Cafè. Il palazzo che ospita la struttura è stato danneggiato dagli eventi sismici del 2016 e dichiarato inagibile. L’esercizio commerciale si è dovuto arrangiare come poteva ma adesso i problemi cominciano a diventare seri per l’attività. I titolari chiedono lo sblocco dei lavori per la messa in sicurezza della parte antica danneggiata del locale.

“Riscontrato un danno di tipo B, lieve con la zona inagibile chiusa, nel bar e nelle sale del Lorenz Cafè e da allora non produciamo più. I lavori sarebbero durati 20 giorni come comunicato dalla ditta incaricata nei mesi scorsi. Dopo la presentazione del progetto, il Comune deve chiedere dei pareri e in 15 giorni ha fatto tutte le verifiche per poi tornare all’ufficio ricostruzione – affermano i titolari – Questo è un palazzo vincolato e il sovraintendente deve avallare il progetto. Noi aspettiamo la firma da 4 mesi. D’estate avevamo 20 dipendenti e adesso siamo fermi per questa vicenda aspettando che l’ufficio ricostruzione faccia la conferenza dei servizi per far proseguire questa vicenda”.

I titolari aggiungono: “Eravamo tranquilli, almeno per fare la stagione, ma attualmente lavoriamo solo al 50% e siamo in grandi difficoltà. Qui qualcuno ha colpe, noi non vogliamo piangerci addosso ma dobbiamo mandare via alcuni dipendenti. E’ assurdo che per una firma non si possa fare più niente, noi non sappiamo cosa fare – proseguono – Abbiamo festeggiato 25 anni di attività senza poter fare nulla. L’inagibilità ci è arrivata a settembre 2017 quando tutti i vantaggi post-sisma erano scaduti. In Regione sono fermi, in Regione 48 milioni per la Cig straordinaria per dipendenti e autonomi ma non vengono erogati per motivi ancora misteriosi”.

I proprietari concludono: “Noi vogliamo solo lavorare ma la burocrazia ci sta uccidendo lentamente. La Cig non è stata rinnovata nel 2018. Non possiamo lavorare alla massima potenzialità, non possiamo fare nemmeno il caffè, con tutto quello che ne consegue”.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.