ASCOLI PICENO – Per chi non è spaventato dal buio, per chi non si è mai spinto così lontano o non l’ha mai fatto di notte: Bike Night è l’evento in bici organizzato da Witoor che sta illuminando le notti dell’estate italiana. La quinta edizione del tour delle pedalate notturne sulle più belle piste ciclabili del nostro paese arriva per la prima volta nelle Marche, sabato 15 settembre, con il percorso da Fermo a San Benedetto del Tronto, passando per Ascoli, che coinvolge l’intera regione. Sarà ultima tappa del tour partito da Ferrara e proseguito a Bolzano, Milano, Udine e Verona: sei tappe su sei percorsi diversi per un’esperienza in bici unica e innovativa, che ha coinvolto quasi tremila partecipanti nel 2018.

La Bike Night arriva nella Marche per la prima edizione dell’evento notturno in bici non competitivo: una notte di passione per la bici, che porta centinaia di ciclisti a pedalare tra le città e i borghi, tra il mare e l’entroterra. Il progetto ideato, organizzato e prodotto da Witoor, è una vera e propria ‘festa della bici’, grazie al percorso che prevede anche itinerari cicloturistici come la ciclovia Adriatica o la nuova ciclabile lungo il Tronto, e una formula, 100km con partenza a mezzanotte e arrivo all’alba, che sa regalare un’esperienza unica a ogni tipo di ciclista. La prima volta nelle Marche propone un tracciato che partirà da piazza del Popolo a Fermo, scendendo a Porto San Giorgio, costeggiando l’Adriatico fino a Grottammare, salendo verso Offida e scendendo ad Ascoli, in piazza Arrigo, per arrivare sul mare a San Benedetto del Tronto.

Le iscrizioni riapriranno venerdì 14 settembre con un aperitivo presso Top Bike (viale XXV Aprile 72, Fermo) dalle ore 19 alle 21, e sabato 15 settembre al villaggio partenza in piazza del Popolo a Fermo, dalle 20 alle 23.30, al costo di 35 euro.

Sabato 15 settembre l’attesa inizierà in piazza del Popolo a Fermo. Il villaggio partenza sarà aperto dalle 20 alle 24, con l’info point Witoor per il ritiro pacchi iscrizione e le nuove registrazioni, e gli stand degli espositori del mondo della bici. Per tutti gli iscritti sono previste convenzioni con il festival Grano & Luppolo, presente in piazza. Poi dalle 23.30 inizierà l’incolonnamento del gruppo sotto l’arco di partenza. A mezzanotte la partenza dei ciclisti, che saranno scortati dalla Polizia Municipale nel percorso prestabilito nel centro, scendendo poi verso Porto San Giorgio. Da lì seguiranno l’Adriatico, alternando tratti in ciclabile e tratti su strada carrabile, fino a Grottammare. Poi svolteranno verso l’entroterra, salendo a Offida, scendendo verso la Salaria, passando per Ascoli Piceno fino alla conclusione a San Benedetto del Tronto, percorrendo la ciclabile del Tronto e il parco della Sentina. Lungo il tracciato saranno allestiti tre ristori, grazie a Copagri, con prodotti del territorio: a Cupra Marittima, a Offida e ad Ascoli in piazza Arringo. All’arrivo sul lungomare in viale Buozzi a San Benedetto del Tronto è prevista la colazione, sempre offerta da Copagri. Sarà possibile per i partecipanti effettuare le docce.

Per chi volesse rientrare in pullman a Fermo, è possibile prenotare il servizio con trasporto bici al momento dell’iscrizione. Il villaggio partenza in piazza del Popolo a Fermo offrirà anche un’area dove depositare i bagagli che verranno poi trasportati all’arrivo, un’area tecnica con un meccanico per eventuali messe a punto dell’ultimo minuto alla propria bici, lo spazio dove ritirare le bici a noleggio o il casco, per coloro che hanno prenotato, e lo shop con i prodotti ufficiali della Bike Night (maglia, calza tecnica, cappellino). Sarà infine fornita assistenza tecnica durante tutti i 115km effettivi del tracciato, nonché assistenza medica, per garantire sicurezza e supporto ai partecipanti.

Alla Bike Night Marche parteciperanno anche ospiti speciali. Pedalerà in gruppo Paola Gianotti, l’ultracyclist detentrice di tre Guinness World Record come donna più veloce ad aver attraversato il mondo in bici, reduce dal ‘Giro di Paola’, iniziativa legata all’ultima edizione del Giro d’Italia per sensibilizzare l’opinione pubblica al rispetto dei ciclisti su strada. In gruppo anche anche Davide Valacchi, 27enne ascolano non vedente, protagonista del progetto ‘I to eye’: nel 2019 partirà per il suo primo viaggio in tandem, da Roma a Pechino, per una sfida di libertà. Witoor sostiene il progetto di Davide attraverso la possibilità di donare 2 euro durante le iscrizioni alle Bike Night. Sarà presente anche il marchigiano Stefano Vitellozzi in tandem con il figlio autistico.

La distanza dei 100 chilometri è considerata come il limite per chi non ha ancora affrontato viaggi in bici di lunga distanza, ma è davvero alla portata di tutti. Per arrivare preparati, è sufficiente iniziare almeno un paio di mesi prima con uscite settimanali di 60-70km. Poi durante la notte sarà la forza del gruppo, i ristori e l’energia dell’alba a dare tutte le forze necessarie. Per partire è consigliato dotarsi di illuminazione adeguata, giubbotto catarifrangente e una camera d’aria di scorta. Nella tappa marchigiana è previsto un breve tratto di sterrato nel parco della Sentina, e una salita impegnativa di 5 chilometri verso Offida. Partecipano anche persone con disabilità visiva o motoria. Tra gli iscritti si registra la presenza di gruppi di amici o società di ciclisti amatoriali, e la metà proviene da fuori provincia, dal resto d’Italia. Alta anche la percentuale femminile, oltre il 25%.

Bike Night innesca anche importanti collaborazioni con partner locali e non solo. La tappa marchigiana è realizzata con la preziosa collaborazione di Marchebikelife. Importante attore del cicloturismo nella Regione Marche, è impegnata da anni nella promozione in proprio, anche per la Regione, attraverso la creazione di pacchetti cicloturistici, il coinvolgimento di Tour Operator Internazionali, la creazione di un network di Bike Hotel certificati ed eventi di promozione come la Bike Long Ride Marche London, Jemo, e l’organizzazione della tappa Tirreno-Adriatico Sarnano Sassotetto. Marchebikelife ha partecipato a fiere di settore e svolto convegni a Ferrara, Verona, Milano (Upcycle Cafè e HUG), Varese, Dijon, Parigi, Brighton e Londra, tutto per la promozione del cicloturismo nelle Marche.

“L’incontro tra Bike Night e le Marche – racconta Mauro Fumagalli, responsabile Marchebikelife – è nato dalla Marche London, e finalmente siamo riusciti a portare in regione un progetto così coinvolgente, studiando un percorso che sappia valorizzare tutte le pecularietà del territorio, dal mare all’entroterra, per un mix unico in Italia”.

In occasione della tappa marchigiana, Marchebikelife ha lanciato il pacchetto ‘Bike Night Experience’, che oltre all’iscrizione alla pedalata prevede un soggiorno di 3 notti all’Hotel Horizon (Montegranaro) con una proposta per i cicloturistici che vogliano vivere il territorio in modo completo. La Bike Night Marche ha inoltre il patrocinio dei comuni di Fermo, Ascoli Piceno e San Benedetto del Tronto, e di FISPIC (Federazione Italiana Sport Paralimpici per Ipovedenti e Ciechi).

“La prima edizione della Bike Night Marche vuole portare ciclisti locali e non solo a scoprire il territorio in bici, di notte – prosegue Dovigo – affermando nel panorama di eventi ciclistici italiano e non solo un modo innovativo e autentico di andare in bici. Quello che non si vede con gli occhi lo si può percepire con gli altri sensi: e grazie al fascino della notte e alla sfida della lunga distanza, la Bike Night è riuscita a crearsi un proprio pubblico trasversale, capace di unire ciclisti allenati e dotati tecnicamente con persone più inesperte che proprio grazie a un’esperienza di questo tipo iniziano ad appassionarsi e a viaggiare in bici”. La Bike Night riesce così a promuovere la mobilità sostenibile unendo appassionati autentici, paralleli a qualsiasi moda del momento, e a dimostrare come siano sufficienti poche pedalate per immergersi dal centro della città in un territorio lombardo dal forte potenziale cicloturistico.

Nel 2018 il tour Bike Night ha già coinvolto quasi tremila persone. Dopo Ferrara (16 giugno), Bolzano (29 giugno), Milano (14 luglio), Udine (29 luglio) e Verona (1 settembre), si chiude quindi sabato 15 settembre con la 1a edizione della Bike Night Marche: partenza da Fermo, passaggio ad Ascoli Piceno, arrivo a San Benedetto del Tronto.

Anno dopo anno le Bike Night sono riuscite a coinvolgere sempre più territori e partecipanti, avvicinando nuove persone alla bici grazie al fascino di una pedalata da 100 chilometri di notte che parte dalla città e arriva nella natura. “Un appuntamento che rievoca il fascino del ciclismo d’epoca – spiega Simone Dovigo, presidente Witoor –, ma con un approccio moderno, unendo tipologie di ciclisti diversi: chi si cimenta per la prima volta su una distanza di 100km oppure chi è già allenato ma è stimolato dalla sfida notturna”.

“Non conta il cronometro – conclude Dovigo – non c’è ordine di arrivo: è un evento che racchiude elementi quasi primordiali che portano a salire in sella alla bici”. Bike Night risponde alla crescente voglia di bici e offre una dimensione non competitiva e coinvolgente per tutti coloro che amano la bici e sono animati da una «passione che non dorme mai». «C’è il viaggio, il movimento. C’è l’orario inconsueto: la notte, che i ciclisti illuminano con le loro luci, diventa elemento sorprendente, quello che non si vede, si ascolta. C’è il buio da affrontare, il sole che sorge, a regalare calore e sorrisi per avercela fatta tutti insieme».

Bike Night è un’esperienza in bici che unisce la notte, la passione e le persone. Si parte a mezzanotte, dal centro di una città, per raggiungere dopo 100km (circa) la natura, pedalando su piste ciclabili: che si tratti del mare, del lago o della montagna, comunque luoghi distanti dal centro urbano da dove si è partiti. Perché Bike Night vuole dimostrare che in bici è possibile raggiungere posti cui di solito non crediamo, vogliamo o ci immaginiamo in grado di arrivare. A qualsiasi ora del giorno o della notte.

Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 129 volte, 1 oggi)