ASCOLI PICENO – Finisce a reti bianchi Ascoli-Cremonese, un punto casalingo per i bianconeri alla prima senza Ardemagni con il duo Ganz – Rosseti in attacco che non è riuscito a non far rimpiangere il bomber milanese nonostante il grande impegno.

Uno dei protagonisti della partita Simoneandrea Ganz: “Il non segnare da tanto tempo un po’ mi condiziona, forse potevo fare meglio in un’occasione ma è questione di attimi. Lavoro dallo scorso anno per fare bene, a parte il gol penso di aver fatto bene. Lavoro e aspetto l’occasione giusta come mi ha insegnato la mia famiglia. Bisogna accettare tutto anche se mi sarebbe piaciuto fare gol davanti ai nostri tifosi. Con Rosseti lavoriamo tanto in settimana, il mister ci chiede di trovare l’intesa. Ninkovic? E’ un giocatore che ti mette in porta facilmente”.

Il centrocampista bianconero Michele Cavion: “Loro hanno cercato di creare superiorità sulle fasce, noi lo sapevamo ed abbiamo cercato di limitarle. C’è il rammarico di non aver portato a casa i tre punti, le occasioni ci sono state, dobbiamo continuare sul solco delle ultime tre partite. A Cremona ho trascorso due anni positivi, adesso però penso solo all’Ascoli, credo potremo toglierci belle soddisfazioni. Ganz? Ha fatto una grande partita, deve stare tranquillo perché prima o poi la metterà dentro”.

Uno degli ex partita, protagonista della salvezza della passata stagione Vasile Mogos: “E’ stata una bella emozione l’applauso della curva a fine partita, ringrazio tutti i tifosi che mi hanno applaudito, auguro all’Ascoli un campionato tranquillo. E’ stata una partita sofferta, questo campo è molto duro, siamo stati bravi a non subire gol. Ogni calciatore ha l’obiettivo di fare bene, io sono contento di quello che sto facendo, sono convinto che il lavoro paga. L’Ascoli è una grande squadra, conosco bene il mister ed il suo gioco, qua ho lasciato un pezzo di cuore, vorrò sempre bene a questa squadra, sono anch’io uno che non molla mai“.

Il centrocampista della Cremonese Mariano Arini: “Sicuramente è stata una partita molto maschia, noi lo sapevamo e l’abbiamo interpretata bene. Torniamo a casa con un punto su un campo difficile, va bene così, la partita è stata equilibrata: il pareggio è il risultato più giusto. Il campo non era in perfette condizioni, noi cerchiamo sempre di giocare dal basso e ci sta ogni tanto di commettere qualche errore tecnico”.

 

 


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.