ACQUASANTA TERME – “Grande soddisfazione per un grande obiettivo che coinvolge tutte le aree interne. E’ stato raggiunto grazie a un lavoro di squadra e alla determinazione del presidente Ceriscioli che ha creduto in questo progetto. Un’emozione particolare la proiezione del cortometraggio, unico ammesso a Cannes per l’ Italia. Si rappresenta la speranza di rinascita dopo il dolore esattamente come il progetto delle Terme e i sei milioni di finanziamento per realizzarlo”.

Così la vicepresidente della Regione Marche, Anna Casini, è intervenuta ieri, 3 ottobre, alla presentazione del progetto preliminare di riqualificazione della Piscina e della grotta Sudatoria di Acquasanta Terme, una delle eccellenze della cittadina montana che è stata danneggiata dal terribile sisma del 2016. Durante l’incontro è stato proiettato anche il corto di sette minuti “Così in terra” realizzato dal regista Pier Lorenzo Pisano, studente della Scuola di Cinema di Roma e interpretato dall’attore Roberto Citrian.

Il sindaco di Acquasanta Sante Stangoni ha ricordato che “la volontà della Regione era quella di far ripartire questo complesso termale che rappresenta a pieno la nostra cittadina. Tutto ciò permetterà ai giovani di poter restare qui a lavorare nel proprio territorio. Eravamo partiti da un risanamento della sola parte interna, ma successivamente dovevamo cercare di riqualificare tutta la struttura”.

L’iniziativa è stata condivisa anche dal Fai, che si è impegnato in una raccolta fondi per recuperare l’importante sito acquasantano, che un tempo attirava turisti da tutto il mondo, ma che da decenni è chiuso e abbandonato al degrado. Il 30 giugno 2021 dovrebbe essere la data in cui saranno inaugurate la grotta e la piscina. Entrambe le strutture subiranno un notevole restyling interno ed esterno mantenendo, però, alcune caratteristiche architettoniche già presenti.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.