APPIGNANO DEL TRONTO – La “Settimana del Pianeta Terra-L’Italia alla scoperta delle Geoscienze -Una società più informata è una società più coinvolta” è un festival scientifico che coinvolge tutta l’Italia, vive dal 2012 ed è diventato il principale appuntamento delle Geoscienze.

Per una intera settimana di ottobre diverse località sparse su tutto il territorio nazionale sono animate da manifestazioni per diffondere la cultura scientifica, i “Geoeventi”: escursioni, passeggiate, conferenze, convegni, workshop, tavole rotonde e altro.

Il Comune di Appignano del Tronto aderisce al progetto già da qualche anno in collaborazione con l’ordine dei geologi delle Marche, e quest’anno con “Geomore, studio multidisciplinare per la riduzione dei rischi geologici e la valorizzazione delle risorse ambientali,  nell’edizione 2018 sfodera i suoi gioielli migliori, difatti si parlerà di calanchi e depositi del monte Ascensione.

In questa giornata andremo alla scoperta delle caratteristiche geologiche e naturalistiche dell’Ascensione. Questo monte, che si eleva maestoso tra le colline che circondano a nord la città di Ascoli Piceno, costituisce il più elevato rilievo della fascia periadriatica delle Marche meridionali (1.110 m s.l.m.) e rappresenta l’area in cui il substrato del Pliocene superiore si trova alle quote più elevate in Europa. La giornata sarà divisa in due parti: la prima che prevede un’introduzione generale e una seconda parte dove si svolgerà un’escursione tecnica, seguendo un itinerario ricco di elementi geologici e ambientali.

I relatori saranno: Paride Giordani, Giuseppe Pasquini, Riccardo Teloni.

L’iniziativa coinvolge anche la scuola secondaria di primo grado di Appignano del Tronto, che oltre alla parte teorica farà una piccola escursione a poche centinaia di metri dal centro storico ovvero a Montecalvo per vedere la panoramica meravigliosa dei calanchi della valle del Chifente con i depositi del monte Ascensione.


Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 54 volte, 1 oggi)