ASCOLI PICENO – Dopo la sosta per fare spazio alle Nazionali, l’Ascoli Calcio si prepara a tornare in campo per la sfida di domenica prossima in cui i bianconeri incontreranno il Pescara dell’ex Pillon allo stadio “Adriatico”.

A presentare la sfida il capitano dell’Ascoli Emanuele Padella: “Veniamo da una brutta sconfitta e se non metti le giuste idee queste cose succedono. Abbiamo analizzato la sconfitta e adesso andremo a Pescara, una gara molto difficile ma dobbiamo portare a casa punti fondamentali”.

Mi ritengo un professionista e quando non parti titolare non devi prendertela – continua il difensore – qui siamo tanti e dobbiamo pensare solo alla squadra.  Mi farò trovare pronto per riprendermi il posto che voglio; sono arrivato lo scorso anno quando c’era un momento di tensione, mentre adesso c’è calore in questa piazza e sappiamo quanto la città ama la squadra e tutto viene a nostro favore.

Vivarini vuole sempre che la squadra migliori visto che abbiamo alternato partir belle a quelle meno belle – prosegue Padella – Il mister ci dice che dobbiamo sempre alzare i ritmi e che vuole sempre il massimo. Abbiamo due portieri bravi, chi giocherà lo deciderà il mister. Ardemagni e Ninkovic sono due giocatori decisivi e speriamo che già da Pescara Matteo ci aiuti, vive di sensazioni positive: avere tanti tifosi ci dà una carica in più.

A Benevento ho vissuto anni indimenticabili sia a livello sportivo che umano – conclude il capitano bianconero – quando torno sono sempre molto emozionato.  La Serie B è veramente difficile ma le partite sono tutte allo stesso livello senza squadre materasso. Se ci metti voglia e determinazione si può ambire ad alti livelli”.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 62 volte)