ASCOLI PICENO – Dopo la vittoria per 3-1 contro lo Spezia, l’Ascoli riprende i lavori in preparazione della sfida di sabato 8 dicembre contro il Venezia.

A parlare per il club di corso Vittorio Emanuele è Michele Cavion, autore di uno splendido gol contro i liguri: “Il gol? Ci ho provato ed è andata bene, ogni tanto mi esce qualche colpo. Era da due settimane che provavo questo tiro, a Pescara ci ho provato ma è andata male, ho provato ad allenarmi un po’ di più a tirare di precisione

“L’espulsione di Ninkovic? – afferma il centrocampista bianconero – Sono cose che capitano in partita, spiace sia successo a lui ma ha capito l’errore e non credo lo farà più, per fortuna non ha influito sul risultato. Sono contento per i gol che hanno aiutato a portare a casa sempre i tre punti, siamo stati tutti felici per il gol di Padella, il nostro capitano ha attraversato un momento difficile e noi abbiamo cercato di stargli vicini, se la meritava questa rete”.

“Il 3-1 dobbiamo leggerlo in maniera diversa da quello che può sembrare- continua Cavion – è stata una partita dura, forse la più difficile finora, ci hanno messo in difficoltà ma noi siamo stati bravi a rimanere compatti. Il gruppo è molto unito, la sconfitta di Livorno ci è servita come lezione, non credo accadrà più. Possiamo sempre migliorare, lavoriamo per mettere ogni settimana qualche mattoncino in più”

“Cerco sempre di allenarmi al massimo – prosegue la mezzala – a centrocampo siamo tanti e tutti allo stesso livello, credo sia il reparto meglio assortito. Il mister mi parla molto in settimana, mi spiega dove migliorare. Non è importante chi gioca ma il risultato della squadra, tutti hanno la possibilità di giocare, io cerco di migliorare e basta. Sono contento che l’Ascoli abbia creduto in me, cerco di impegnarmi al massimo per ripagare questa fiducia. Il nostro obiettivo primario rimane la salvezza, non facciamo proclami ma manteniamo i piedi per terra”.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.