ASCOLI PICENO – La Valle di Capodacqua ad Arquata del Tronto è salva dalla possibilità di realizzazione di una bretella stradale, a ridosso dell’acquedotto idrico. La strada che collega le Marche all’Umbria non può passare attraverso il paese, che peraltro è stato dichiarato zona rossa.

“Questa mattina una delegazione dei comitati Ancora Capodacqua e Capodacqua viva – dichiara Monia De Angelis – sono stati ricevuti dapprima dal Prefetto e successivamente sono stati accreditati ad assistere alla conferenza dei servizi svoltasi alla presenza di Ciip, Arpam, Ato, Asur, provincia e comune di Arquata, Anas ed ente attuatore. La manifestazione è stata pacifica, volta a creare un clima di dialogo. Alcuni rappresentanti delle due associazioni sono stati chiamati a partecipare alla conferenza come auditori”.

“L’esito dei pareri di tutti gli enti è stato negativo, poiché non sussistono al momento i requisiti tecnici ambientali e legali per poter procedere alla realizzazione del bypass. Insomma, al momento, il tutto sembrerebbe scongiurato. I comitati si dichiarano soddisfatti per le sorti dell’acquedotto e della la propria frazione”.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.