ASCOLI PICENO – I bianconeri di mister Vivarini hanno conquistato un buon pareggio su un campo difficile come quello di Cosenza. Difficile sia per l’aspetto del terreno di gioco ma anche per il carattere e la grinta della squadra avversaria e il pubblico caldo.

Mister Vivarini in piena emergenza deve fare delle scelte tattiche, D’Elia non può esserci dopo il grave lutto, e allora cosa inventarsi? Il tecnico decide di impiegare Michele Cavion come terzino, esperimento perfettamente riuscito per uno con i piedi buoni ma anche con tanto spirito di sacrificio e due polmoni che sostengono le sue cavalcate.

Per questo vorrei scomodare un paragone illustre: Gianluca Zambrotta. Ala tutta corsa, dribbling e buon tiro nell’estate nel 1999 passò alla Juventus, la novità tattica proposta da Marcello Lippi nel 2001 la ricordiamo tutti, schierato nella posizione di terzino sinistro è diventato uno dei migliori interpreti europei di quel ruolo. Allora chissà che anche Cavion non possa avere un futuro alla Zambrotta.

Anche tra i tifosi bianconeri non mancano i complimenti per questo giocatore che in pochi mesi ha conquistato il pubblico ascolano. Davide Tartaglia tifoso bianconero lo ha elogiato cosi nel gruppo Tifi Ascoli se: “Vorrei spendere due parole su questo ragazzo. Impiegato anche oggi in un ruolo non suo mi ha veramente impressionato per la capacità di calarsi nel ruolo, di interpretare la partita e per la solita abnegazione e qualità tecnica che mette in campo.
Giocatore eclettico; in questo campionato è stato utilizzato come mezzala, trequartista, terzino, esterno alto, e non ha mai sfigurato. Centrocampista davvero completo, dotato di corsa, intelligenza tattica, piede educato… davvero incredibile l’abbaglio preso dalla Cremonese e davvero lodevole il fiuto della nostra società. Io credo che fra qualche anno lo vedremo stabilmente in serie A.
La cosa incredibile è che qualche volta quest’anno lo abbiamo addirittura visto partire dalla panchina (cosa impensabile nelle rose di qualche anno fa), che dice dell’alto livello raggiunto dal nostro centrocampo, forse uno dei meglio attrezzati della categoria.
Per questo motivo sarebbe davvero un peccato non puntellare la squadra con una bella saracinesca in porta e una punta velenosa davanti. FORZA MICHELINO… AVANTI COSÌ!”


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.